C’è sempre uno più puro che ti epura

10 January 2011, 19:32 | Il Male curabile | Commenti: 27

interesse 3 su 5

Naturalmente sono d’accordo col Papa – come lo ero stato qui – sfilare dalle mani dei religiosi il tema del sesso (con l’informazione), è una delle chiavi per mettere fine all’oppressione delle donne, degli omosessuali, di chi vuole scegliere per sé. È, connaturatamente, una minaccia per la religione: un motivo in più per proseguire su questa strada.

Tuttavia, ciò che mi interessa è quello che ho evidenziato in rosso. Il Papa che chiede l’abolizione di una legge contro la blasfemia in Pakistan. Lamentarsi della propria stessa brace, quella agitata mille volte sui comportamenti altrui – l’altro giorno, leggendo questo, ero furibondo – perché ci si è finiti.

Ovviamente è vero che quella legge sulla blasfemia è un’impostura (d’altronde quale legge contro la blasfemia potrebbe non esserlo?), e fingendo di tutelare il sentire della maggioranza viene usata per ledere i diritti delle minoranze. Ma è così: quando si gioca sul concetto di blasfemia, quando si decide che l’offesa è nell’orecchio di chi ascolta, quando si propalano verità da squilibrati come “posso tollerare pazientemente che si rechi offesa a me, ma non posso sopportare che si offenda il mio Dio con le bestemmie” (San Girolamo), si percorre una strada molto scivolosa.

E a correre su di una strada scivolosa si finisce per cadere: come diceva Nenni? C’è sempre uno più puro che ti epura. Vallo a spiegare a quelli che sono offesi dal fatto stesso che voi crediate in un Dio diverso dal loro.


Altre cose sullo stesso tema:

  1. C’è sempre uno più puro che ti epura
  2. «Rosy Bindi è sempre più bella che intelligente»
  3. Sempre i migliori che se ne vanno
  4. “Più la gente conosce Obama, più piace”
  5. La moschea a WTC non è una buona idea, ma che c’entra?

Condividi – Commenti:

27 Commenti presenti su “C’è sempre uno più puro che ti epura” – Feed

  1. Shylock – 11 January 2011, 09:11 (n° 1)

    Ho pensato la stessa cosa.
    OT ma fino a un certo punto, è la stessa cosa che sta capitando alla Fiom con la vicenda Fiat: l’esclusione dalla rappresentanza in fabbrica di chi non firma il contratto (antidemocratica e collaterale al padronato, da sindacato ‘giallo’ dei vecchi tempi), voluta a suo tempo dai confederali per far fuori i Cobas che gli portavano via rappresentatività, ora gli si ritorce contro.
    Come c’è sempre qualcuno più puro che ti epura, se cerchi la legittimazione nel padrone e non nel lavoratore che dovresti rappresentare, ci sarà sempre qualcuno che sarà disposto a compiacere il padrone più di te.

  2. tenkiu – 11 January 2011, 14:19 (n° 2)

    Gli articoli 295B e 295C del Codice Penale pakistano – le Leggi sulla Blasfemia – prevedono pene tra cui la pena di morte per chi insulta il Profeta Maometto, e l’ergastolo per la profanazione del Corano.
    Un po’ troppo?

    Beh, da noi ancora non siamo a questo punto se qualcuno usa un linguaggio irriverente verso Dio!
    Mi chiedo se, a cosa e a chi possa servire una legge contro la blasfemia.
    Vale la pena andare oltre per mantenere calme le acque o dare occasione per nuovi tafferugli?

    Provo solo pietà verso chi offende Dio, dimostra solo ignoranza. Si, è solo un ignorante perchè ignora: non conosce ancora Dio.

  3. Fra Alberto – 11 January 2011, 14:35 (n° 3)

    @Giovanni
    mi pare che Marco te lo spiegó molto bene su friendfeed

  4. Shylock – 11 January 2011, 18:56 (n° 4)

    @ tenkiu:
    Più che altro, uno deve avere una ben misera opinione del suo dio, per sentire il bisogno di una legge che lo difenda.

  5. tenkiu – 11 January 2011, 19:25 (n° 5)

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    Più che altro, uno deve avere una ben misera opinione del suo dio, per sentire il bisogno di una legge che lo difenda.

    Perchè? sei sicuro che sentiamo la “necessità” di una legge per “difendere” qualcuno? O piuttosto per punire qualche altro affinchè ci pensi bene prima di ripetere una determinata azione?

  6. Shylock – 11 January 2011, 19:37 (n° 6)

    @ tenkiu:
    E’ lo stesso: si usa la legge punendo qualcuno per difendere qualcun altro.
    Ora, capisco una legge perché ‘ci pensino bene prima’ ladri, assassini, stupratori, etc, perché si tratta appunto di scoraggiare loro o altri dal danneggiare altre persone; ma chi bestemmia danneggia chi, esattamente?

  7. tenkiu – 11 January 2011, 20:02 (n° 7)

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    ma chi bestemmia danneggia chi, esattamente?

    chi usa un linguaggio irriverente?
    dipende… intanto, perchè deve usare un linguaggio irriverente verso chi non conosce?
    Io mi posso incavolare se qualcuno dice cose inappropriate sul conto di mio padre o di mia madre, se vale la pena posso rispondere in merito… ma se vale la pena!
    Se intervengo non lo faccio necessariamente in loro difesa, intervengo perchè non apprezzo molto chi dice cose non vere.

  8. Shylock – 11 January 2011, 21:23 (n° 8)

    @ tenkiu:
    Quindi l’usare un linguaggio ‘irriverente’ va punito per legge?
    E la definizione di ‘irriverente’ a chi la facciamo dare? Se io mi ritengo ‘irriverito’ da te, è sufficiente per punirti per legge?
    Ma soprattutto, la risposta che ancora non mi hai dato: chi bestemmia dice cose ‘inappropriate’ o ‘non vere’ sul conto di chi?

  9. tenkiu – 11 January 2011, 21:34 (n° 9)

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    Quindi l’usare un linguaggio ‘irriverente’ va punito per legge?

    No, lo già scritto.
    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    Ma soprattutto, la risposta che ancora non mi hai dato: chi bestemmia dice cose ‘inappropriate’ o ‘non vere’ sul conto di chi?

    anche a questo ho già risposto, ho scritto: dipende!
    rileggimi, se vuoi!

  10. Shylock – 11 January 2011, 21:50 (n° 10)

    @ tenkiu:
    ‘Dipende’ non è una risposta, soprattutto se abbinata a ‘perchè deve usare un linguaggio irriverente verso chi non conosce?’. Magari lo conosce e lo irriverisce proprio per questo, che ne sai tu? E poi tante persone hanno un’opinione negativa o ‘irriverente’ così, per sentito dire, o per motivi loro che non hanno rilevanza.
    Eppure la questione che ti ho posto è molto semplice: se tu dici ‘Shylock stronzo’ chiunque capisce che stai offendendo me; se uno dice ‘porco Xxx’, chi sta offendendo?

  11. Giovanni Fontana – 11 January 2011, 21:56 (n° 11)

    Shylock scrive::

    Xxx

    La caduta degli xxx. Alla fine anche lo Scialocco è timorato.

  12. Shylock – 11 January 2011, 22:06 (n° 12)

    @ Giovanni Fontana:
    Non sono a casa mia, quindi non so se a Giovanni andrebbe bene, comunque fa’ finta che abbia scritto ‘Dio’ invece di ‘Xxx’: chi avrei offeso, me lo spieghi?

  13. franco rivera – 11 January 2011, 22:22 (n° 13)

    dico la mia

    Shylock scrive::

    @ Giovanni Fontana:
    Non sono a casa mia, quindi non so se a Giovanni andrebbe bene, comunque fa’ finta che abbia scritto ‘Dio’ invece di ‘Xxx’: chi avrei offeso, me lo spieghi?

    nessuno,
    in realtà la “parolaccia” è inutile, ecco perchè io non le dico

    ma se per blasfemia si intende l’assoluta negazione di dio, ecco, io sono blasfemo e rivendico la necessità di esserlo

    Detto questo, ogni punizione “per legge” di un reato di opinione è per me da abolire totalmente.

    A tale scopo in una eventuale disputa mi schiererò sempre con chi dice/scrive “porco dio” e non con chi lo perseguita.

  14. Giovanni Fontana – 11 January 2011, 22:38 (n° 14)

    Shylock scrive::

    Non sono a casa mia, quindi non so se a Giovanni andrebbe bene, comunque fa’ finta che abbia scritto ‘Dio’ invece di ‘Xxx’: chi avrei offeso, me lo spieghi?

    Mi sa che non hai letto il mittente, eppure avevo scritto senza errori di grammatica: dovevi capirlo che non ero la tua contendente.

    Naturalmente fai bene a scrivere ciò che intendi, senza censure. Io non bestemmio perché non ci credo, ma per riferirmi a qualcuno che dice “porco Dio” non vedo perché dovrei metterci le x o le y.

    Quello che dicevo, però, è che non capisco quali scrupoli ti faccia in casa d’altri dopo aver affermato la stupidità della difesa degli stessi. Non era il tuo cavallo di battaglia la coerenza?

  15. Shylock – 11 January 2011, 22:56 (n° 15)

    @ Giovanni Fontana:
    Uff, cheppalle. Non mi faccio scrupolo a togliermi le scarpe in casa mia, se ne ho voglia; in casa d’altri, preferisco tenermele se appena posso, o se non mi dicono loro di togliermele. E’ una questione di cortesia, non di liberta’: non mi sento obbligato a farlo.

  16. tenkiu – 11 January 2011, 23:41 (n° 16)

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    ‘Dipende’ non è una risposta

    Si che è una risposta: tu puoi usare un linguaggio irriverente con e verso chiunque, dipende da te volerlo usare o no, dipende anche dalla tua intelligenza.
    Puoi usarlo riferendoti a yyy, a www, a jjj, a xxx…
    Chiaro?

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    ma chi bestemmia danneggia chi, esattamente?

    Vorrei tanto farti un disegnino per aiutarti a comprendere…
    Dipende tutto e sempre contro chi stai imprecando e dalla sensibilità di chi ti ascolta, direi!
    Ringrazia comunque di stare in Italia!

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    se tu dici ‘Shylock stronzo’ chiunque capisce che stai offendendo me

    Vuoi dire che sei l’unico Shylock al mondo?
    Vuoi dire che “chiunque” sa che non sei stronzo?
    Però se qualcuno di dicesse “stronzo” e tu sai di non esserlo, ti offenderesti o diresti: non ti considero perchè sei un “poro gramo”?

    Shylock scrive::

    @ tenkiu:
    Magari lo conosce e lo irriverisce proprio per questo, che ne sai tu?

    E dopo averlo irriverito cosa ne ricava?

  17. Shylock – 12 January 2011, 00:06 (n° 17)

    tenkiu scrive::

    Dipende tutto e sempre contro chi stai imprecando e dalla sensibilità di chi ti ascolta, direi!

    Appunto: mettiamo che tu sia irriverente verso il Grande Ciaparche Verde e che la mia sensibilità ne sia particolarmente offesa: come la mettiamo?
    Direi che la mia sensibilità dovrebbe valere quanto la tua, o no?
    tenkiu scrive::

    Ringrazia comunque di stare in Italia!

    Davvero?

    Art. 724. Bestemmia e manifestazioni oltraggiose verso i defunti. (1)

    Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la divinità [o i simboli o le persone venerati nella religione dello Stato], è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 51 a euro 309.
    La stessa sanzione si applica a chi compie qualsiasi pubblica manifestazione oltraggiosa verso i defunti.

    (1) La Corte costituzionale con sentenza n.440/1995 ha dichiarato l’illegittimità del comma primo limitatamente alle parole “o i simboli o le persone venerati nella religione dello Stato”

    Il che apre scenari interpretativi interessanti: se io dico ‘porco Napoleone’ (indiscutibilmente morto), mi becco il multone?
    O dobbiamo dedurne che Dio è morto, come nella canzone di Guccini?
    tenkiu scrive::

    Vuoi dire che sei l’unico Shylock al mondo?

    Andiamo, su, non facciamo i bambini: facciamo che stai parlando con me, quindi usi il nome ‘Shylock’ riferendoti a me.
    tenkiu scrive::

    Vuoi dire che “chiunque” sa che non sei stronzo?

    Non esageriamo: basta che lo sappia io, no? Hai detto che tutto dipende dalla mia sensibilità. E se la mia sensibilità mi dice che quella è un’offesa, tu che diritto hai di sindacare? Come fai a contestare la mia sensibilità? Lo saprò ben io cosa mi offende e cosa no. Il che, come vedi, mi porta a potermi sentire legittimamente ‘offeso’ (secondo il tuo ragionamento) da qualsiasi cosa io decida che è una ‘offesa’.
    tenkiu scrive::

    E dopo averlo irriverito cosa ne ricava?

    E dopo aver irriverito chicchessia, cosa se ne ricava?
    Ma ancora non mi hai spiegato, neanche con un disegnino, chi ha irriverito o danneggiato Giovanni scrivendo ‘porco Dio’.

  18. Lorenzo Panichi – 12 January 2011, 02:07 (n° 18)

    Giovanni Fontana scrive::

    Quello che dicevo, però, è che non capisco quali scrupoli ti faccia in casa d’altri dopo aver affermato la stupidità della difesa degli stessi.

    tenuto conto dell’indulgenza alla stupidità a debito,potrebbe esserci(da calcolare):
    perdita di vantaggio personale;
    perdita di vantaggio per la causa perchè il prossimo passo deve funzionare. (o a medio raggio, cioè di una religione vietata è meglio un religioso rimpiazzato da uno dei nostri che dice la versione giusta del sacro libro)

  19. Ormazad – 12 January 2011, 14:01 (n° 19)

    Shylock scrive::

    comunque fa’ finta che abbia scritto ‘Dio’ invece di ‘Xxx’: chi avrei offeso, me lo spieghi?

    L’idea che si possa offendere solo una persona fisica porta a delle conseguenze strane .
    Potrei andare in mondovisione e sostenere che i genitori di Tizio , orfano , sono ladri , assassini etc. etc.
    Potrei dire , ed è stato detto , che chi è di sinistra è un coglione . Sappiamo che non è chiarissimo che cos’è la destra e cos’è la sinistra .
    Esiste , sicuramente imposto dal vaticano , il reato di vilipendio alla bandiera e di vilipendio della nazione italiana . A quando un bel post a difesa dei leghisti che intonano ” chi non salta italian è ” ??

  20. Shylock – 12 January 2011, 15:47 (n° 20)

    Ormazad scrive::

    L’idea che si possa offendere solo una persona fisica porta a delle conseguenze strane .

    Strane solo a patto di non sapere chi è una persona fisica e chi no:
    -i genitori di Tizio, per quanto deceduti, non sono persone fisiche?
    -chi è di sinistra non è una persona fisica?
    -gli italiani non sono persone fisiche?

  21. ormazad – 12 January 2011, 18:52 (n° 21)

    Buona la prima , probabilmente ho detto una cazzata .
    Ma la seconda e la terza mi dai ragione in pieno .
    Chi è di sinistra e gli italiani non sono meno persone fisiche di cattolici o musulmani .

  22. Giovanni Fontana – 12 January 2011, 18:59 (n° 22)

    @ ormazad:
    Tu non hai il diritto di offenderti per interposta persona. Altrimenti il fatto che tu scriva “sono” mi offende profondamente e devi smettere di usarlo. E sì, è la stessa cosa.

    Sul vilipendio alla bandiere, ti va male: ne ho scritto qui http://www.distantisaluti.com/pulirsi-il-culo-con-la-bandiera/, diverso tempo fa, andando contro le tue attese.

  23. Shylock – 12 January 2011, 20:28 (n° 23)

    ormazad scrive::

    Chi è di sinistra e gli italiani non sono meno persone fisiche di cattolici o musulmani .

    Ma infatti Giovanni non ha mica scritto ‘porci i cattolici’.

  24. tenkiu – 13 January 2011, 08:44 (n° 24)

    Shylock scrive::

    tenkiu scrive::
    Dipende tutto e sempre contro chi stai imprecando e dalla sensibilità di chi ti ascolta, direi!
    Appunto: mettiamo che tu sia irriverente verso il Grande Ciaparche Verde e che la mia sensibilità ne sia particolarmente offesa: come la mettiamo?
    Direi che la mia sensibilità dovrebbe valere quanto la tua

    la sensibilità di ognuno, ma soprattutto l’intelligenza, ci suggerisce quale comportamento vale la pena seguire: possiamo reagire rispondendo per le rime, dialogando con calma e dando delle spiegazioni, rispondendo con un sorriso di compatimento oppure, visto che le leggi ci sono, con una denuncia.
    Siamo sempre noi a poter decidere quale strada intraprendere.
    Dipende dal tasso di orgoglio o di amore che teniamo nel sangue… ma anche quello si può controllare!
    Quindi uno si becca il “multone” solo se tu lo denunci per cui tu puoi dire – qualsiasi cosa a chiunque – e se a costui non gliene frena niente non succede assolutamente niente. Ci siamo?
    Per cui meglio stare in Italia o in Pakistan?
    Spero di essere stata esauriente!

    Shylock scrive::

    Ma ancora non mi hai spiegato, neanche con un disegnino, chi ha irriverito o danneggiato Giovanni scrivendo ‘porco Dio’.

    Giovanni ha soltanto imprecato – ma sicuramente per grande superficialità e ignoranza – contro MIO PADRE!
    Sempre con grande stima, Pace e Bene!

    P.s. – per i disegnini dovrai pazientare perchè non ho una gran pratica con il computer…

  25. tenkiu – 13 January 2011, 08:52 (n° 25)

    Giovanni Fontana scrive::

    @ ormazad:
    Tu non hai il diritto di offenderti per interposta persona.

    perchè?
    chi sei tu per dire quando uno si deve offendere o no?

  26. Shylock – 13 January 2011, 14:16 (n° 26)

    tenkiu scrive::

    Quindi uno si becca il “multone” solo se tu lo denunci per cui tu puoi dire – qualsiasi cosa a chiunque – e se a costui non gliene frena niente non succede assolutamente niente. Ci siamo?

    No, non ci siamo perché il punto è proprio quello che si può o non si può dire _per legge_, non grazie al buon cuore o alla luna storta di qualcuno; c’è un’enorme differenza.tenkiu scrive::

    Giovanni ha soltanto imprecato – ma sicuramente per grande superficialità e ignoranza – contro MIO PADRE!

    Oh, finalmente hai risposto: ehm, di grazia, sei in grado di esibire uno stato di famiglia che comprovi la tua affermazione?

  27. tenkiu – 1 February 2011, 03:03 (n° 27)

    Shylock scrive::

    No, non ci siamo perché il punto è proprio quello che si può o non si può dire _per legge_, non grazie al buon cuore o alla luna storta di qualcuno; c’è un’enorme differenza.

    Come non ci siamo?
    Premesso che anche se esiste una legge – finchè nessuno ti denuncia – a te non può accadere niente e quindi il tuo destino dipende anche dal mio stato d’animo e questo a qualcuno fa comodo perchè, in Italia, c’è una legge che punisce chi bestemmia ma raramente c’è chi approfitta – dico approfitta – di questa legge!

    Eppure, è possibile che siamo talmente immaturi da aver bisogno di una legge che regoli il nostro parlare?
    E’ possibile che non riusciamo a capire fin dove può arrivare il nostro parlare per non offendere chi ci sta accanto? A noi è permesso dire tutto, qualsiasi cosa ma gli altri non devono provarci, eh!

    Comunque Asia Bibi (cattolica) è stata accusata di blasfemia perchè si è messa in fila con gli islamici per attingere l’acqua, questa cosa – a dir loro – offende Maometto e quindi va… lapidata!
    Beh, tutto sommato se in Italia ti dovessi mettere in fila per attingere l’acqua – almeno per il momento – non ti può accadere niente, non offendi nessuno e non rischi ancora la lapidazione…
    Chissà? si offenderà Maometto quando qualche islamico, in Italia, si accoderà ai cristiani per far la spesa al supermercato?

    Shylock scrive::

    sei in grado di esibire uno stato di famiglia che comprovi la tua affermazione?

    Sei rimasto allo stato di famiglia come prova di paternità?
    :-)

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.