Con la sua mano destra in tasca

7 March 2010, 7:06 | Alta politica | Commenti: 2

No, solo per farvi notare che il nuovo campione di statista illuminato, colui al quale la sinistra guarda oramai con ammirazione attònita e come unico punto di riferimento nel fioco panorama della politica italiana per il solo fatto di dire cose di elementare – neanche buonsenso, diciamo – umanità, tipo «anche gli immigrati hanno una dignità» o «lo Stato deve essere laico» o «in un paese civile non si fanno rastrellamenti».

Quello lì, ecco, sì. Gianfranco Fini. Ecco, anche lui su ‘sta faccenda del “decreto interpretativo” sta facendo una figura da raperonzolo.

– Commenti:



2 Commenti presenti su “Con la sua mano destra in tasca” – Feed

  1. Palladifango – 7 March 2010, 13:01 (n° 1)

    «Beati monoculi in terra caecorum»

  2. Daniele Brundu – 7 March 2010, 16:59 (n° 2)

    E’ un grande opportunista, altro che politico da ammirare. Ci siamo dimenticati quante ne disse su Berlusconi prima delle ultime elezioni? Dopodiché andarono a braccetto.
    Ma vergogna

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti