Delusione

12 November 2009, 17:38 | Ogni me è politico | Commenti: 22

L’aereo è arrivato con un’ora e mezzo di ritardo, e non c’era nessuno. Cioè solo una persona, ma la conoscevo già e non vale. Se qualcuno è venuto all’ora esatta ed è tornato a casa non sapendo dell’attesa, mi dispiace.

p.s. E grazie per i messaggi di benvenuto

– Commenti:



22 Commenti presenti su “Delusione” – Feed

  1. chiara – 12 November 2009, 18:43 (n° 1)

    Io da quando ti ho nei feed non ci vengo più tanto spesso su www. Però, appena mi è apparso tra i post non letti quel tuo “delusione” sono venuta qui, ché lo sai, per alcune cose me la prendo a cuore, sono una donna del sud, e ho l’istinto terrone-materno. Questo post mesto ha come incipit la parola: delusione, e in clausola: a questa terra, di terra e sassi. Sono certa esista, tra i tuoi marchingegni telematici, un attrezzo che fa associazioni di parole, e che questo abbia collegato da solo le due cose. Sono altrettanto certa che il tuo strumento di associazione di idee potrebbe rivoluzionare il mondo della fissione atomica. Detto questo, da quando, ritornando a casa, ti sei detto da solo: BENVENUTO RAGGIO DI SOLE, mi sei passato dai feed al cuore.

  2. Camilo – 12 November 2009, 20:04 (n° 2)

    Non sarei venuto comunque perchè abito a parecchie centinaia di chilometri da Roma, ma comunque: bentornato!

  3. Chiara – 12 November 2009, 20:36 (n° 3)

    Ho parlato del tuo blog con il mio compagno e riflettevo sul fatto che leggendo i tuoi post ho l’impressione di avere a che fare con un amico. Mi sei, per così dire, familiare. Sarei venuta volentieri a pranzo, o quanto meno ad accoglierti con un cartello con scritto il tuo nome (ho sempre sognato di fare una cosa così, da film). Ma anche io abito lontano lontano. Al nord. Realtivo, s’intende. Magari la prossima.
    Bentornato.

  4. a. – 12 November 2009, 20:48 (n° 4)

    Non ci credo!
    Mi tocca venire a Roma, ora, subito e far finta di essermi persa mentre ti aspettavo.
    E’ che ci voleva un sacco di coraggio, ché in pochi sono impavidi.
    Lo sapevi, vero?

  5. Francesco – 12 November 2009, 21:58 (n° 5)

    Mi dispiace che non sia venuto nessuno all’aeroporto e anche che la partita a pallone sia andata un po’ così. Ciao

  6. Filippo – 12 November 2009, 22:09 (n° 6)

    Secondo me l’orario non era ideale, se magari arrivavi un po’ piu’ tardi tipo il tardo pomeriggio, ci sarebbe stata qualche chances in piu’ (e’ quello che ho pensato qd vidi l’ora dell’appuntamento). Ma va bé è andata cosí….

  7. Marcella – 12 November 2009, 22:38 (n° 7)

    Hei mi dispiace! Per me rimaneva un pokino fuori mano visto che viviamo a Londra, ma un abbraccio virtuale te lo mando e un caldo ben tornato!

    :D non buttarti giu’!

  8. pennarossa – 12 November 2009, 22:47 (n° 8)

    .. io valgo (L’Oreal)

  9. Fra Alberto – 12 November 2009, 23:27 (n° 9)

    Io stavo tra Magonza e Francoforte, ma lo sai che per me le distanze non valgono…

  10. Lorenzo – 13 November 2009, 00:01 (n° 10)

    Secondo me l’orario era fondamentale. Di nuovo, bentornato :)

  11. Giovanni Fontana – 13 November 2009, 07:57 (n° 11)

    A tutti: accidenti, ci mancherebbe altro che ognuno si debba discolpare!
    Ho scritto com’è andata perché avevo detto che l’avrei scritto, mica per lamentarmi.

  12. franco rivera – 13 November 2009, 11:27 (n° 12)

    … e poi uno schiaffone ogni tanto serve a riportarci con i piedi per terra e misurare con la giusta umiltà le cose buone che ogni tanto avvengono ^_*

  13. Billy Pilgrim – 13 November 2009, 12:01 (n° 13)

    Ma sì, ma sì: io, per esempio, sono a Milano. Immagino che la stragrande maggioranza delle persone che ti leggono siano a decine, se non centinaia, di chilometri di distanza da Roma, e che quella piccola frazione di romani dovesse destreggiarsi tra impegno e lavoro.
    La descrizione della partita di pallone è molto bella. Bentornato!

  14. cecilia – 13 November 2009, 15:48 (n° 14)

    @ Marcella:

    altri lettori del blog londinesi!? mi sento meno sola. un mondo piccolissimo, ma roma ieri era proprio lontana. peccato.

  15. tenkiu – 13 November 2009, 15:48 (n° 15)

    @ Giovanni Fontana:

    Pensa un po’, pensavo di esserci al tuo arrivo ma non mi hai dato certezze sul materasso… ;-)

  16. Marcella – 13 November 2009, 17:35 (n° 16)

    @ cecilia:

    che bello si vivi a londra!!! ne sono felicissima! da quanto empo sei a Londra? da che parte d’italia vieni? che fai a londra? mannaggia nn vuole mika essere un terzo grado!

  17. antonella – 14 November 2009, 10:34 (n° 17)

    mannaccia!!!mi sono vergognata troppo…mannaccia, mi dispiace!!!
    stasera al maxxi c’è uno spettacolo di sasha waltz, per chi è interessato!!!

  18. cecilia – 16 November 2009, 11:12 (n° 18)

    @ Marcella:

    sì, sono qui da un anno e mezzo e non so per quanto… vengo da como, anche se gli ultimi anni abitavo a milano. tu???

  19. Mariarita – 16 November 2009, 11:22 (n° 19)

    io pure abito lontano, in Liguria, se no sicuramente sarei venuta, anche stravecchia come sono. Ma grazie per aver risposto gentilmente ai miei sms!! un abbraccio!
    Mariarita

  20. Marcella – 17 November 2009, 22:05 (n° 20)

    @ cecilia:
    noi siamo qui da circa un’anno, e veniamo da vicino roma!!!

    :D

  21. Grimmo – 20 November 2009, 11:48 (n° 21)

    Ciao Giovanni,
    mi spiace tantissimo che non sia venuto nessuno, non l’avrei mai pensato possibile. Certo il ritardo non ha aiutato, ma proprio nessuno.. Non fosse che vivo e lavoro a Milano sarei venuto con piacere a prenderti e avremmo fatto due chiacchere mangiando. Sei la persona con la vita più interessante che leggo negli ultimi anni.

  22. Giovanni Fontana – 21 November 2009, 17:57 (n° 22)

    @ Grimmo:
    Accidenti, grazie. Ma questo post non era fatto per avere le scuse di qualcuno. Ci mancherebbe. Fosse stato per me non l’avrei neanche fatto, ma siccome avevo promesso di dire come sarebbe andata mi sono sentito in dovere di farlo.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti