La banalità del male

10 July 2009, 18:41 | Alta politica | Commenti: 10

Laureando in legge, contabile, italiano.
Indagato per quindici stupri.

Neanche un lontano parente rumeno o vicino di casa marocchino, così, per movimentare un po’?

– Commenti:



10 Commenti presenti su “La banalità del male” – Feed

  1. Cicciosax – 10 July 2009, 21:54 (n° 1)

    Era un militante del pd! Eh!

  2. tenkiu – 11 July 2009, 07:36 (n° 2)

    Non mi dire!!!
    Pensi anche tu che gli stupratori siano soltaaanto rumeeeni o marocchiiini?
    ;-)

  3. lo scorfano – 11 July 2009, 08:24 (n° 3)

    “Autore” di 15 stupri è un po’ forte… Indagato, diciamo, per 15 stupri. Attenzione che ti toccherà rettificare proprio il 14 luglio. ;-)

  4. tenkiu – 11 July 2009, 08:40 (n° 4)

    lo scorfano ha scritto:

    “Autore” di 15 stupri è un po’ forte… Indagato, diciamo, per 15 stupri. Attenzione che ti toccherà rettificare proprio il 14 luglio. ;-)

    Sicuramente è una notizia tratta da Repubblica e, Repubblica, non sbaglia mai!!! ;-)

  5. Giovanni Fontana – 11 July 2009, 08:55 (n° 5)

    lo scorfano ha scritto:

    “Autore” di 15 stupri è un po’ forte… Indagato, diciamo, per 15 stupri. Attenzione che ti toccherà rettificare proprio il 14 luglio. ;-)

    Tieni ragione!

  6. lucap – 11 July 2009, 09:26 (n° 6)

    la cosa piu’ bella e’ che e’ un militante del pd, chiaramente.

  7. tenkiu – 11 July 2009, 09:29 (n° 7)

    lucap ha scritto:

    la cosa piu’ bella e’ che e’ un militante del pd, chiaramente.

    Saranno tutti come lui? -)

  8. Alessandra – 11 July 2009, 10:30 (n° 8)

    “Laureando in legge”: ha sbagliato completamente “strada”!

  9. davide – 11 July 2009, 11:34 (n° 9)

    Qui mi cadi un po’ nella polemica gratuita caro mio

  10. angia – 11 July 2009, 14:12 (n° 10)

    Un caso esemplare di “Dr. Jekyll e Mr. Hide”.
    Alla faccia della “normalità”.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti