La lista della spesa

3 March 2010, 10:54 | Alta politica | Commenti: 17

Faccio una premessa, ché in questi casi le premesse si fanno sempre. Penso che Renata Polverini sia la candidata peggiore che c’è, racchiudendo in sé tutto il peggio di destra e sinistra. Penso invece che Emma Bonino sia la candidata ideale per qualunque cosa, presidente della Repubblica, del Consiglio, della Fiorentina, eccetera.

Bucchi

Ora la dico, quella cosa: io sono un po’ a disagio con l’esclusione della lista del PDL dalle schede della regione Lazio. So che non si può fare altrimenti che escluderla, perché una volta che ci sono delle regole e qualcuno non le rispetta i provvedimenti sono necessarî, perché altrimenti le regole salterebbero completamente. Però non è che sia giusto rispetto alla legge della maggioranza, è soltanto la cosa meno sbagliata da fare.

Se davvero vincesse Bonino con uno scarto di pochi voti, quelli che sarebbero andati alla lista del PDL, sarei certo contento della vittoria della mia candidata, ma sarei anche un po’ turbato dall’aver vinto un’elezione nonostante la maggioranza delle persone non la pensi come me. È un po’ come vincere un referendum sulla scorta delle astensioni, per il mancato raggiungimento del quorum.

Torno a dire che, stanti come stanno le cose, non si può fare altrimenti, e gli sbraiti dei quadri del PDL – che riescono, impresa impossibile,  a essere al tempo stesso incapaci e manigoldi – sono il peggio che si possa ascoltare in Italia. Speriamo davvero – così sì – che perdano una barca di voti con queste dichiarazioni da Bebi Mia esorcizzata.

Però, ecco, se ci fosse un modo per riammettere la lista senza infrangere le regole – neanche nello spirito, con il decreto ad hoc – beh, sarebbe cosa migliore. Non c’è, peccato. Però “peccato”, non “evviva”.


Altre cose sullo stesso tema:

  1. Avanti popolo! (della libertà)
  2. I conti della resa
  3. Popoli delle libertà unitevi
  4. Sulla lista di quei froci dei froci
  5. Il partito della paura

Condividi – Commenti:

17 Commenti presenti su “La lista della spesa” – Feed

  1. franco rivera – 3 March 2010, 11:01 (n° 1)

    per me: ne’ peccato, ne’ evviva

    solo regole, banali regole, quanto di più neutrale esista al mondo

    infrante da chi per abitudine le calpesta a ogni piè sospinto e quando non basta le cambia a suo uso e consumo

    e se il pdl perderà (come sinceramente mi auguro) spero lo faccia proprio per avere dimostrato in un colpo solo incompetenza e ipocrisia, stupidità e malignità, incapacità e falsità

  2. Blue – 3 March 2010, 11:31 (n° 2)

    Commento fuori dal tuo post..
    tu che sei stato cacciato per “aver occupato il suolo pubblico”, che ti sei interessato per l’autorizzazione….guarda invece dal panino delle libertà e dal caro sindaco Alemanno come hanno fatto subito… e le regole per loro o non esistono o sono fatte per non essere rispettate!

    http://roma.repubblica.it/dettaglio/divieto-a-san-lorenzo-in-lucina-il-palco-trasloca-in-piazza-farnese/1875960

  3. Max – 3 March 2010, 13:11 (n° 3)

    just to give some oversea perspective:
    http://edition.cnn.com/2008/POLITICS/05/29/obamas.first.campaign/index.html

    Obama became the only default candidate in south chicago by contesting the opponents voting petition signatures!

    rules are rules, but I am sure back home they will “fix” it…

    ps: sara che sono anni che non vedo un film Italiano…ma a me viene sempre in mente il marchese del grillo quando penso a berlusconi ed i suoi sycophants “perche’ io sono io, e voialtri siete stronzi”

  4. Dario – 3 March 2010, 15:41 (n° 4)

    Max, per la precisione:
    “Io so’ io, e voi nun siete un cazzo!”
    :)

  5. iMille » Blog Archive » La lista della spesa – 3 March 2010, 16:00 (n° 5)

    [...] di Giovanni Fontana [...]

  6. nicola – 3 March 2010, 16:46 (n° 6)

    Ti sei salvato per un pelo, che avevo la tastiera pronta con un insulto. :-)

    Persone che pensavo fossero intelligenti invece si sono lasciati scappare: “riammettiamoli lo stesso, poverini, che altrimenti la competizione elettorale è falsata.”

    Se a questo giro il PDL non ci sarà con tutte le sue forze non muore nessuno. Anzi, spero che qualche elettore di Silvio con i neuroni accesi dia una bella “lavata di capo” ai responsabili di questa esclusione e faccia capire che, almeno da qualche parte, dei limiti ci sono.

    Né “peccato” né “evviva”: “è così”.

    ciao
    nicola.

  7. La sindrome del bambino viziato « D-Avanti – 3 March 2010, 17:51 (n° 7)

    [...] si badi, non è che me ne sto qui a gongolare perchè una parte politica rischia di essere esclusa dalla competizione: penso però che tutti dovremmo pretendere il rispetto delle regole. Anche [...]

  8. Max – 3 March 2010, 20:47 (n° 8)

    @ Dario:
    I stand corrected…

  9. Cannellu – 4 March 2010, 01:29 (n° 9)

    Io sono d’accordo in pieno con Giovanni, ma più che altro perché il vittimismo che seguirebbe all’esclusione renderebbe simpatici ancora di più questi manigoldi agli occhi degli ignorantissimi italiani, abituati anch’essi al “ma sì che je fa?”

  10. ulivo velletri – 4 March 2010, 07:55 (n° 10)

    http://ulivo…

    La sindrome del bambino viziato E’ un comportamento da pupo di non più di dieci anni quello che sta tenendo l’intera classe dirigente del PDL a livello nazionale. Il bambino che ha fatto il cattivo, lo studente che ha preso un…

  11. Lorenzo – 4 March 2010, 14:34 (n° 11)

    Non sono d’accordo sul finale.
    Io grido EVVIVA a squarciagola. Evviva che si mostrano per quello che sono: una manica di dementi ignoranti amici di.
    E onestamente detto tra noi: quelli della Bonino non sono meglio.

    Mi spiace, ma certa gente ha rotto veramente le palle. Ma non si diceva una volta “prestati alla politica”? Questi ne hanno fatto un mestiere, è da quando sono piccolo che sono sempre loro, poi mi propinano pure finti scioperi della fame. Che ignoranti, qui la gente fa lo sciopero della fame NON PER SCELTA… :(

  12. Montaigne » Blog Archive » Qualcuno era di destra – 4 March 2010, 16:41 (n° 12)

    [...] adatta alla nostra democrazia usata oggi dal Giornale- da abbattere con tutti i mezzi possibili: come ha detto Giovanni, nel nostro sistema ci deve essere un sereno confronto tra idee che si oppongono alla pari. Ma [...]

  13. Fabio V. – 5 March 2010, 11:35 (n° 13)

    Scusate!
    Ma se il PdL non si presenta, gli elettori di centrodestra possono pur sempre andare a votare per la Lista Polverini o sbaglio?
    Non credo che sia stato proibito il voto aglie elettori di centro-destra, posso esprimere la preferenza per le restanti liste collegate.
    O no!

  14. Giovanni Fontana – 5 March 2010, 12:28 (n° 14)

    Fabio V. scrive::

    Ma se il PdL non si presenta, gli elettori di centrodestra possono pur sempre andare a votare per la Lista Polverini o sbaglio?

    Guarda, per me, qualora si fossero auto-escluse tutte le liste per Polverini – e quindi lei – sarebbe lo stesso.
    In questo caso c’è una piccola possibilità di vincere contro la volontà della maggioranza, in quell’altro ce ne sarebbe di più.

    Dopodiché, ovviamente, speriamo che Bonino vinca con il 60% e non ci sia nessun tipo di questi dubbî.

  15. Fabio V. – 5 March 2010, 16:05 (n° 15)

    @ Giovanni Fontana:

    Concordo pienamente con te!

    Solo che tutta la polemica che il PdL sta facendo mi da la nausea, perchè in fondo gli elttori non sonostati derubati di un bel niente. Poassono comunque votare un’altra lista di centrodestra che appoggia la Polverini, tutti nessuno escluso.

    Quindi il problema e l’ipocrisia di questi uomini riguarda solo la spartizione delle poltrone regionali, quelli del PdL erano certi d’avere X poltrone sicure ed ora se ne ritrovano 0.
    Tutto qu.

  16. Giovanni Fontana – 5 March 2010, 20:13 (n° 16)

    Fabio V. scrive::

    Quindi il problema e l’ipocrisia

    Guarda, su questo non c’è dubbio: se dovessi affidare un’auto usata a Polverini, Gasparri & co. o parcheggiarla sul bordo di un dirupo in zona di frequenti tornado, sceglierei la secnda.

  17. Due a zero | Distanti saluti – 6 March 2010, 12:11 (n° 17)

    [...] Avevo scritto che percepivo una misura di disagio nell’esclusione delle liste del PDL dalla competizione nel Lazio, nell’ipotetico caso in cui, successivamente, si dimostrasse ago della bilancia in un’eventuale vittoria di Bonino. [...]

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.