L’arrivo

17 April 2016, 22:42 | Katsika | Commenti: 2

Questa è la prima foto che ho fatto appena arrivato al campo:IMG-20160417-WA0001

Gli imprevisti sono stati diversi già prima di arrivare. Una volta arrivati, tutti i volontarî si sono dovuti registrare all’esercito: è una misura scattata oggi – scelgo bene i momenti, eh? – perché la situazione negli ultimi giorni è diventata molto più tesa. Qualche giorno fa c’è stata una manifestazione dei profughi che hanno interrotto l’uscita dell’autostrada nei pressi del campo, la polizia li ha arrestati e ha incolpato le ong di averli istigati. Non c’ero, non posso sapere, ma già vedendo la situazione del campo ho i miei dubbî che ci sia bisogno di una qualche istigazione.

Il campo è una pietraia sulla quale sono appoggiate delle tende. Katsika è noto a tutti come il peggior campo profughi qui in Grecia, quello meno fornito, con meno infrastrutture e più problemi, quello nel quale nessun profugo vorrebbe finire. Più di una volta hanno portato pullman pieni di gente che si è rifiutata di scendere, creando un braccio di ferro che talvolta è durato per giorni. Insomma, di lavoro da fare ce n’è. Non solo quello, però.

WP_20160417_15_37_57_Pro

– Commenti:



2 Commenti presenti su “L’arrivo” – Feed

  1. vittoria e mario – 17 April 2016, 23:51 (n° 1)

    Che bell’inizio far sorridere così i bambini ; non avevamo dubbi, ma grazie per averne dato conferma con questa bella foto, speriamo di vederne tante altre ancora, buon proseguimento.

  2. Filippo e Fiamma – 18 April 2016, 22:40 (n° 2)

    Coraggio, a te, a loro, a chi è li con voi. Un abbraccio fiero e affettuoso da entrambi.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti