Mladic

27 May 2011, 0:09 | Ogni me è politico | Commenti: 7

Sono nato in Europa nel 1983. Diversamente da tanti che sono venuti – 500, 100, 50 anni – prima di me non ho mai potuto immaginare le trincee, le bombe, i carri armati. Non ho mai potuto immaginare l’Inghilterra e la Francia né la Francia e la Germania che si fanno la guerra, come era stato dall’inizio della storia. Non ho mai potuto immaginare massacri, sangue, colpevoli, vittime e tormenti. Sono stato fortunato per tutto questo, e per questo posso dirmi orgoglioso di essere europeo.

Ci ho pensato tutto il giorno e non ho trovato altre parole – sono nato in Europa nel 1983, e se in vita mia c’è stata una ragione per vergognarsi di essere europeo, questa è stata Srebrenica:

– Commenti:



7 Commenti presenti su “Mladic” – Feed

  1. Van Bommel – 27 May 2011, 07:24 (n° 1)

    La beffa è che è stato preso a Lazarevo in via Vuk Karadzic

    Rispondi  |  Cita
  2. Franco Rivera – 27 May 2011, 07:40 (n° 2)

    Srebrenica, una pagina terribile del recente passato.

    Voglio solo ricordare che, quanto avvenne a Srebrenica, fu solo uno dei momenti peggiori della guerra civile della ex-jugoslavia, e che in altre occasioni le vittime della famigerata pulizia etnic furono, di volta in volta tutte le etnie slave, dai Croati ai Bosniaci e anche Serbi (come avvenne per esempio in Krajina).

    Rispondi  |  Cita
  3. Valerio – 27 May 2011, 08:56 (n° 3)

    Per fortuna c’era l’ONU…

    Rispondi  |  Cita
  4. Max – 27 May 2011, 14:33 (n° 4)

    Franco Rivera scrive::

    Voglio solo ricordare che, quanto avvenne a Srebrenica, fu solo uno dei momenti peggiori della guerra civile della ex-jugoslavia, e che in altre occasioni le vittime della famigerata pulizia etnic furono, di volta in volta tutte le etnie slave, dai Croati ai Bosniaci e anche Serbi

    e quindi?

    Rispondi  |  Cita
  5. Fabrizio – 27 May 2011, 21:41 (n° 5)

    Si. Grazie Giovanni Fontana. E’ essenziale parlare di vergogna per quell’evento che anche io ho vissuto allora con lacerante umiliazione. Spero quindi che l’intransigenza che l’Europa ha mostrato in questi anni, richiedendo ai nuovi candidati della Ue una adesione convinta dei principi del diritto,sia il segno di un’etica nuova. Assumendoci la responsabilità di quel crollo morale e di civiltà forse possiamo pensarci fragili e piccoli, ma diversi da quelli che eravamo.

    Rispondi  |  Cita
  6. Luca – 28 May 2011, 11:04 (n° 6)

    Mladic ha il cancro, la Serbia, per entrare in Europa, lo ha consegnato; cosi’ avremo una persona che non pagherà le sue colpe, ed una nazione, che fino a ieri lo ha protetto, entrerà trionfante in Europa.

    Rispondi  |  Cita
  7. Crovatic – 28 May 2011, 22:05 (n° 7)

    Luca scrive::

    Mladic ha il cancro, la Serbia, per entrare in Europa, lo ha consegnato; cosi’ avremo una persona che non pagherà le sue colpe, ed una nazione, che fino a ieri lo ha protetto, entrerà trionfante in Europa.

    Non capisco: se l’obiettivo serbo era solo quello di entrare in Europa, perché non consegnarlo prima?

    Rispondi  |  Cita

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti