Oltre lo specchio

27 January 2009, 13:57 | Alta politica, Medio orientato | Commenti: 2

David Grossman è una persona con cui è difficilissimo, quasi impossibile, essere in disaccordo. Anche se parti dal pensare di avere ragione, e lui torto, alla fine riesce sempre a convincerti del contrario.
Ha scritto un paio di giorni fa un articolo per Haaretz, poi tradotto da Repubblica (il titolo italiano è del tutto inadatto), con il quale sono d’accordo su ogni parola:

Parlare, perché ciò che è avvenuto nelle ultime settimane nella striscia di Gaza ci [agli israeliani NdDS] pone davanti a uno specchio nel quale si riflette un volto per il quale, se lo guardassimo dall’esterno o se fosse quello di un altro popolo, proveremmo orrore.

C’è un altro articolo, di Martin Bright su New Statesman, che ben fotografa quello che penso io, specialmente in questa frase:

But even if you accept, as I do, that Hamas represents a strain of totalitarian Islamist thought akin to fascism, what happened in Gaza cannot be justified. Even if you accept, as I do, that Hamas must be defeated as a military force, this was not the way to go about it. Even if you accept, as I do, that Hamas used women and children as human shields, this does not mean that the terrorist organisation[*] should take the entire blame when Israeli weapons kill innocents.

* Pure io pensavo fosse un errore, invece in Inghilterra – ho imparatoanche se censurato da alcune grammatiche si può scrivere con la “s”.

– Commenti:



2 Commenti presenti su “Oltre lo specchio” – Feed

  1. AAR – 27 January 2009, 14:14 (n° 1)

    sabato stava da fazio, una lunga intervista. La trovi sul sito di che tempo che fa, credo

  2. davide – 28 January 2009, 19:18 (n° 2)

    in Inghilterra quasi tutte le Z di quel tipo sono S

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti