Jurij Gagarin, il nostro vero Ulisse

Cinquant’anni fa il primo uomo vedeva lo spazio, e la Terra da làssù

Distanti saluti