The cure for poverty has a name, in fact. It’s called the empowerment of women

27 November 2010, 15:48 | Il Male curabile | Commenti: 3

interesse 5 su 5

Non c’è un cazzo di cancro che tenga, Christopher è sempre il migliore:

Sapevo che saremmo arrivati a parlare della carità e della beneficenza, e considero questo argomento molto seriamente. Perché noi , signori e signore, sappiamo – e siamo la prima generazione che lo sa davvero – qual è il vero rimedio alla povertà. È sfuggito alla gente per lungo, lungo tempo. Il rimedio per la povertà ha un nome, infatti. Si chiama dare potere alle donne.

Nel dibattito con Tony Blair

– Commenti:



3 Commenti presenti su “The cure for poverty has a name, in fact. It’s called the empowerment of women” – Feed

  1. farfintadiesseresani – 27 November 2010, 21:45 (n° 1)

    Io a Hitchens un po’ di credito vorrei darglielo, non mi sembra un Odifreddi qualsiasi. Però poi solo nell’incipit di questa conferenza infila due o tre fesserie sesquipedali. Vabbe’. Domani, se avrò un po’ di tempo, leggo il resto.

    Rispondi  |  Cita
  2. A – 29 November 2010, 19:40 (n° 2)

    Per sicurezza, se te lo fossi perso:
    http://www.youtube.com/watch?v=qk1HD02qmJk
    (in particolare l’ultima battuta)

    Un abbraccio caro

    Rispondi  |  Cita
  3. È morto Christopher Hitchens, era il migliore | Distanti saluti – 16 December 2011, 07:36 (n° 3)

    […] un recente dibattito contro Tony Blair che difendeva la religione, disse la memorabile frase: «Sapevo che avrebbero tirato fuori la carità e la beneficienza (fatte dai […]

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti