Checcosa ridi?

2 December 2009, 22:57 | Ogni me è politico | Commenti: 17

Lo dico? Lo dico. A me Checco Zalone non fa ridere.

– Commenti:



17 Commenti presenti su “Checcosa ridi?” – Feed

  1. Marco – 2 December 2009, 23:39 (n° 1)

    OH. Grazie. Mi sento meno solo. Aggiungo pure che non fa satira. Quella non è satira è sfotto stile bagaglino.

    Rispondi  |  Cita
  2. lucap – 3 December 2009, 00:34 (n° 2)

    siamo d’accordo su cose di questo genere una volta tanto

    Rispondi  |  Cita
  3. Francesco C. – 3 December 2009, 00:47 (n° 3)

    A me invece fa ridere un sacco!

    Rispondi  |  Cita
  4. chiara – 3 December 2009, 09:45 (n° 4)

    Tu non hai il senso dell’umorismo, non puoi lanciarti in questi commenti, è come se il Papa parlasse di sesso, o Giovanni Fontana di calze di filo di scozia.

    Rispondi  |  Cita
  5. Franca – 3 December 2009, 15:50 (n° 5)

    Sono d’accordo con Giovanni. A me sembra concentrato solo a schivare qualsiasi definizione “politica” o satirica di quelle che lui chiama “battute”..??!!

    Rispondi  |  Cita
  6. Giorgio – 3 December 2009, 16:25 (n° 6)

    A me non dispiace. Anche se non è originale. Sembra un Nino Frassica nel corpo di Aldo Baglio.

    Rispondi  |  Cita
  7. Chiara – 3 December 2009, 17:08 (n° 7)

    E io mi permetto di dire che, in questi tempi di voglarità istituzionalizzata, altra, spacciata poi per satira, mi pare davvero superflua. Sono contenta di non essere l’unica lievemente basita.

    Rispondi  |  Cita
  8. Ge – 3 December 2009, 17:55 (n° 8)

    Bravo Giovanni. Zalone è apparso in prima serata su mediaset per fare la solita “foglia di fico”…”Vedete? Anche su mediaset parliamo dello scandalo delle escort”, che poi invece dello scandalo delle escort parlino della D’addario a pecora a chi vuoi che importi…..
    siamo qui per ridere, no. Ammesso che faccia ridere.
    E’ la solita scuola di “striscia la notizia”.

    Rispondi  |  Cita
  9. Giovanni Fontana – 3 December 2009, 18:13 (n° 9)

    @ Ge:
    Oddio, spingersi fino a un tale complottismo è pericoloso, perché allora la propria opinione non può essere mai smentita, da nulla. Se c’è una cosa è la prova di quel fatto, se c’è l’opposto è la prova che stiano nascondendo quel fatto.

    Io non penso che Berlusconi sia contento che ci sia Zalone che parla di lui e di D’Addario, per quanto in modo poco pungente.

    Rispondi  |  Cita
  10. HotHello – 3 December 2009, 23:33 (n° 10)

    Pensa, io non so manco chi sia.

    Rispondi  |  Cita
  11. Ge – 4 December 2009, 16:39 (n° 11)

    @ Giovanni Fontana:
    Ma credo sia una questione di tempi. Se mediaset avesse mandato in onda quello spettacolo all’inizio della questione escort sarebbe stato credibile (a prescindere dal valore intrinseco dello spettacolo).
    Averlo fatto quando ormai molti giornali del mondo ne parlavano da tempo secondo me avvalora la tesi della foglia di fico.

    Rispondi  |  Cita
  12. Giovanni Fontana – 4 December 2009, 16:53 (n° 12)

    @ Ge:
    Dunque pensi che Berlusconi sia stato contento di vedersi dare del puttaniere in prima serata sulle sue reti?

    Rispondi  |  Cita
  13. Ge – 4 December 2009, 19:19 (n° 13)

    @ Giovanni Fontana:

    Dopo che gliel’aveva già detto mezzo mondo?

    Rispondi  |  Cita
  14. Chelidon – 4 December 2009, 20:45 (n° 14)

    – ma perché rispondi a una domanda con un’altra domanda?
    Рe perch̩ non dovrei?

    Rispondi  |  Cita
  15. Giovanni Fontana – 4 December 2009, 20:49 (n° 15)

    Chelidon scrive::

    – ma perché rispondi a una domanda con un’altra domanda?
    Рe perch̩ non dovrei?

    Nel dipartimento di filologia romanza la raccontavano così. I gesuiti sono soliti avere la strana abitudine di rispondere a una domanda con un’altra domanda. Allora un filologo chiede a un gesuita: «ma perché voi gesuiti rispondete sempre a una domanda con un’altra domanda». «E perché no?»

    Ma son freddure, come quella: «pronto aeroporto di Dublino?» «Sì, mi dica» «Volevo sapere fra quanto parte l’aereo per Londra» «Un attimo» «ah, grazie». E attacca.

    Rispondi  |  Cita
  16. Chelidon – 4 December 2009, 21:44 (n° 16)

    ma è il dip. dove stanno (stavano? boh) gli antonelli e i bologna? o uno fiorentino?

    io la sapevo riguardante gli ebrei (interlocutore indefinito)

    (la traduz. daughter=sorella è scelta stilistica, vero? e anche la rinuncia a condizionale+congiuntivo?)

    Rispondi  |  Cita
  17. Giovanni Fontana – 4 December 2009, 21:49 (n° 17)

    Chelidon scrive::

    ma è il dip. dove stanno (stavano? boh) gli antonelli e i bologna? o uno fiorentino?

    Sì, Antonelli c’è ancora, ma non è più preside.
    Bologna è andato a Roma IIIChelidon scrive::

    (la traduz. daughter=sorella è scelta stilistica, vero? e anche la rinuncia a condizionale+congiuntivo?)

    Invece no! Ho caricato l’immagine e messo il caption senza riguardarla e m’è venuta all’italiana.
    Per il condizionale, le toglierebbe causticità.

    Rispondi  |  Cita

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti