San Valentino, in Palestina

13 February 2009, 20:24 | immagina tu, Medio orientato | Commenti: 6

Marco mi segnala questa foto: è la “foto del giorno” del Telegraph. A Nablus, la città più fondamentalista sia politicamente che religiosamente, una donna molto velata espone lingerie peccaminosa per festeggiare San Valentino.

lingerie-woman_1295409i.jpg

Quando vedo queste contraddizioni sono contento, perché la contraddizione è il primo antidoto al fondamentalismo: come quel mio amico che non beve, però una volta che ha bevuto un goccio, si ubriaca. Perché una volta che hai peccato… tanto vale farlo per bene.

– Commenti:



6 Commenti presenti su “San Valentino, in Palestina” – Feed

  1. franco rivera – 13 February 2009, 21:05 (n° 1)

    viva le contraddizioni!

  2. Alessandra – 14 February 2009, 12:07 (n° 2)

    Sì, la contraddizioni sono già qualcosa! Mia cugina mi ha detto di aver visto in discoteca a Hurgada ragazzine velate con peircing al naso e se non erro anche minigonna! Ho postato una foto del genere all’inizio del blog, proprio da Nablus.

  3. Alessandra – 14 February 2009, 12:07 (n° 3)

    Ah, naturalmente te la rubo!

  4. Rita – 18 February 2009, 11:47 (n° 4)

    mooolto peccaminòsi (si con l’accento grave per enfatizzare!)

  5. silvia – 17 July 2009, 11:41 (n° 5)

    mi sembra un immagine familiare.. a marzo sono stata in Siria.. non è uno dei paesi più rigidi del medio oriente ma rimane il fatto che molte donne si coprono il volto, altre solo la testa come questa donna nella foto. Girando nei magnifici Suq notavo che molti esponevano e vendevano lingerie di questo tipo e parlando con una donna siriana ho deciso di togliermi il dubbio e le ho chiesto “come mai questa contraddizione del velo e della lingerie?” e lei candidamente mi ha risposto “il velo ci copre in pubblico, ma dentro la nostra casa abbiamo un marito e sappiamo come tenercelo!”. direi che come spiegazione non fa una piega!!

  6. Giovanni Fontana – 17 July 2009, 12:35 (n° 6)

    @ silvia:
    Beh, insomma: il concetto che il sesso serva a “tenere” il marito è un’idea un po’ goffa, e che ha un retroterra maschilista molto chiaro, che non apprezzo.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti