Fare buchi

6 March 2009, 9:48 | Medio orientato | Commenti: 2

Dice che la prima volta che una qualche specie di computer, diciamo elaboratore, fu usato per scopi bellici risale a un aggeggione in mezzo a una stanza del Cairo, dove alcune donne della brigata ebraica punzonavano delle carte: era il piano per l’invasione della Sicilia.

– Commenti:



2 Commenti presenti su “Fare buchi” – Feed

  1. Alberto – 6 March 2009, 10:29 (n° 1)

    Si Si, l’ho sentito anch’io, mi pare per 2 rraggioni:
    1: La Sicilia è la rreggione chiu bella del mondo
    2: Per debellare il problema più grave di Palemmo:
    IL TRRAFFICO! Infatti manovravano i semafori…

    Ah! Il Mossad è sempre stato più avanti di tutti
    ;-[-)

  2. Max – 6 March 2009, 21:45 (n° 2)

    the German Z3 was operative by 1941, but the Allies bombed it…and the Brits’ Colossus was a decoding punch card machine in use by 1943. it may be referring to that one. but the first large scale “modern” digital computer was the Harvard Mark I by IBM, Summer 1944, followed by Eniac in 1946, a complete Turing machine for ballistic calculations whose prototype was used for the Mahattan project.

    ….where would we be without wars? ;-)

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti