Il coniglio di Hamas bombardato dai sionisti

7 February 2009, 13:21 | Medio orientato | Commenti: 6

Grazie a loro scopro questo, e mi deprimo, perché si può lavorare giorni e mesi per trasmettere una mentalità pacifica, ma – purtroppo – queste istigazioni all’odio sono enormemente più efficaci.

– Commenti:



6 Commenti presenti su “Il coniglio di Hamas bombardato dai sionisti” – Feed

  1. franco rivera – 7 February 2009, 14:35 (n° 1)

    fanno sembrare Goebbels un dilettante

  2. Lorenzo Panichi – 7 February 2009, 14:51 (n° 2)

    mamma mia, un incubo

  3. Alessandra – 7 February 2009, 21:46 (n° 3)

    L’ho linkato giorni fa. Deprimente per non dire peggio! L’uso poi che fanno di Sarah (nipote di un capo di Hamas), senza che lei se ne renda conto…!
    Ps. Sono sempre più contenta che tu mi abbia contattata!

  4. io – 8 February 2009, 11:17 (n° 4)

    il coniglio di hamas avrà la sua vendetta
    buauauauauauauauau!
    o.o

  5. ema – 10 February 2009, 12:55 (n° 5)

    secondo voi l’odio scaturisce da un coniglietto o dal bombardamento indiscriminato di civili?
    vi auguro arti mozzati e famiglie distrutte dal fosforo, se manterrete pensieri di pace saro’ pronto a levarmi il cappello di fronte alla vostra ostinata coglionaggine.

  6. franco rivera – 10 February 2009, 15:51 (n° 6)

    ema ha scritto:

    secondo voi l’odio scaturisce da un coniglietto o dal bombardamento indiscriminato di civili?
    vi auguro arti mozzati e famiglie distrutte dal fosforo, se manterrete pensieri di pace saro’ pronto a levarmi il cappello di fronte alla vostra ostinata coglionaggine.

    Insultare gratuitamente gli interlocutori è un modo come un altro per tenere e distanze.
    Lo fa chi odia e vuole odiare, ben cosciente che l’odio lo si alimenta meglio solo finché tiene a distanza l’odiato.

    Detto questo, la risposta alla tua domanda è :
    “SI, l’odio scaturisce dal coniglietto E dal bombardamento di civili”.

    “E” non “O”.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti