Lipstick on a pig

27 December 2011, 12:07 | Gruppo misto | Commenti: 23

1 su 5

Ho rifatto il look al blog, in particolare ho stravolto le colonne laterali. Siccome il mio amico Paolo dice che sono la persona con meno senso estetico al mondo, chiedo a chi passasse di qua – o chi legge da feed – se ha qualche parere o consiglio: scrivete, semmai, nei commenti.
Le due cose che non si toccano sono le due colonne, mi piace averne due, e in generale i colori: voglio il viola, e lo sfondo non mi piace né bianco né nero.

– Commenti:



23 Commenti presenti su “Lipstick on a pig” – Feed

  1. Andrea – 27 December 2011, 15:19 (n° 1)

    Ciao, io cambierei il font nella barra orizzontale e nell’icona dei feed. Metterei un carattere “bastonato” tipo arial o helvetica.

  2. Luigi Castaldi – 27 December 2011, 15:41 (n° 2)

    Sì, penso anch’io che il font che usi non si addica alla tua scrittura. Io userei il Calibri o il Gautami.

  3. Ila – 27 December 2011, 16:35 (n° 3)

    A me – come già sai – piace parecchio il tuo font, pennulla banale e/o stravisto in giro. La “g” è stupentolona, ad esempio! Ma io son fissata con queste cose.
    @ Luigi Castaldi:
    Luigi, ultimamente il Calibri è quello più utilizzato in giro, è diventato ‘na specie di Verdana dei tempi che furono, qualche anno fa.

    Invece, non mi garba il paciugo della colonna ‘nfame degli “Aggeggi, ecc.”, tutti mescolati tra loro. Mettere solo i loghi dei socialini e dare più “aria” tra i varî pulsanti, no?

  4. Ila – 27 December 2011, 16:38 (n° 4)

    Ila scrive::

    Mettere solo i loghi dei socialini e dare più “aria” tra i varî pulsanti, no?

    Basterebbe anche solo un filetto sottilissimo, e senza ombreggiatura, giusto per evidenziare i singoli elementi.

  5. Ila – 27 December 2011, 16:40 (n° 5)

    Ila scrive::

    Basterebbe anche solo un filetto sottilissimo, e senza ombreggiatura, giusto per evidenziare i singoli elementi.

    Viola, ovviamente.
    Come quello del blockquote, why not?

    [scusate l’intervento a più riprese ma, dove sono in questi giorni, ho una connessione “a carbone”, sic]

  6. Giovanni Fontana – 27 December 2011, 18:50 (n° 6)

    Coloro a cui non piace il font lo vedono così o così?
    http://www.distantisaluti.com/wp-content/uploads/2011/12/primo.png
    http://www.distantisaluti.com/wp-content/uploads/2011/12/secondo.jpg

    Perché è possibile che siate tutti d’accordo che il primo font ci piace e il secondo font fa schifo (in quel caso cambio il secondo per chi non ha il primo, molti lo so).

    (faccio un po’ di prove con spazî nelle barre laterali, stasera o nei prossimi giorni)

  7. Andrea – 27 December 2011, 20:02 (n° 7)

    Io vedo un bastonato, penso sia Times New Roman, nella barra sotto l’header, quella con “Chi sono – Distanti saluti” etc. Poi anche nel riquadro dei feed. Il testo dei post è in Arial.

  8. nero tulip – 27 December 2011, 21:06 (n° 8)

    Io ti leggo solo da Google reader che da questo posto sei illeggibile :)

  9. irene – 27 December 2011, 21:28 (n° 9)

    Sì, mi dispiace dirlo ma il tuo blog non è proprio leggibilissimo. Il font in sé è anche bello, ma non è adatto, soprattutto con questa dimensione, alla lettura su schermo, tanto più che molti tuoi post sono lunghi.
    Io lo vedo diverso sia dal primo che dal secondo esempio (che è pessimo, un sans serif senza arte né parte, da circolare ministeriale), bensì così: http://awesomescreenshot.com/0ebqvsvbb (lo screenshot si autodistruggerà tra tre giorni, non ho account in altri siti); uso Windows 7, lo vedo così con Chrome così come con Firefox e Opera.
    La colonna di sinistra, quella dei social ecc, è un guazzabuglio incomprensibile e brutto a vedersi.

  10. Giovanni Fontana – 27 December 2011, 22:11 (n° 10)

    irene scrive::

    Sì, mi dispiace dirlo ma il tuo blog non è proprio leggibilissimo.

    Macché, anzi grazie: mi fanno piacere i pareri, specie le critiche.
    Come faresti tu?

    Domando anche a nero tulip.

  11. Giovanni Fontana – 27 December 2011, 22:16 (n° 11)

    @ tutti

    Questa è l’impostazione della CSS del corpo del testo. Considerate che è tutto fatto molto più artigianalmente di ciò che potreste mai immaginare, quindi qualunque consiglio, anche quello più elementare è accettissimo.

    body {
    background: #EBEBEB;
    color: #000000;
    font-size: 14.2px;
    font-family: Sylfaen, helvetica, Arial, Sans-Serif;
    font-weight: normal !important;
    margin: 0px auto 0px;
    padding: 0px;
    }

    Il carattere Sylfaen a me piace molto, so che non lo possono vedere in molti, però comunque lo terrei per primo perché è il carattere che mi piaceva di più.

    @ Andrea:

    Ho ricopiato la stessa impostazione sulle due barre in alto seguendo il tuo suggerimento.

    L’ho anche copiata sui titoli: era forse meglio prima?

  12. Valerio – 28 December 2011, 09:59 (n° 12)

    Ciao. Non sono un esteta, ne’ mi intendo di come dovrebbe essere un blog, ma qualche consiglio (personalissimo, s’intende) l’avrei.

    La dimensione dei caratteri non e’ comoda in rapporto alla larghezza della box del testo. Mi spiego meglio. In linea di massima, meno caratteri ha un rigo, piu’ e’ facile e veloce la lettura. Nel tuo caso e’ forse utile avere molte parole per rigo per evitare che post lunghi siano visivamente interminabili, ma, una volta scoperto che sono interessanti, diventa difficile leggerli cosi’.

    Il font non mi piace. Non sono un grande amante dei serif in se’, ma il Sylfaen proprio non riesco a capirlo. Alcuni caratteri sono attaccati quasi a formare un solo simbolo (vedi rt, ra, o le varie f, t, ecc.) rendendo la lettura difficile. Anche esteticamente, permettimelo, e’ brutto. Le t sono alte come le o, la spaziatura fra i caratteri varia molto a seconda di quali lettere si accostino a quali altre… se poi prendi un rigo intero, sembra un font “tracagnotto”. Suggerirei un font forse classico, ma piu’ elegante e magari un’interlinea 1.2 almeno.

    I colori sono sicuramente particolari e contraddistinguono il tuo blog. Forse un po’ cupi. Ma mi piacciono. Considera che piu’ lo sfondo e’ chiari, piu’ sara’ facile leggere nitidamente quello che vi si scrive sopra in nero.

    Se mi viene in mente altro, ti faccio sapere.

  13. Valerio – 28 December 2011, 10:05 (n° 13)

    Ecco, magari come font puoi provare il Georgia, se ti piace. Io sono per Verdana e simili sempre e comunque (non vedo perche’ cambiare qualcosa che funziona), ma volendo essere originali – assumendo che debba avere senso essere originali nell’uso del font – credo potrai trovare moltissime alternative migliori del Sylfaen.

  14. Max – 28 December 2011, 15:27 (n° 14)

    @ Giovanni Fontana:
    il secondo si legge meglio per me..sara che pure NIH vuole arial o helvetica for readability… ;-)

  15. angia – 29 December 2011, 10:35 (n° 15)

    guardando con attenzione noto che le varie sezioni, “Chi sono” ecc. nella spazio nero sotto al titolo del blog si leggono poco e male, va benissimo il viola, ma dovresti ingrandire i caratteri, sarà che non ho una vista da falco, ma si fa fatica.

  16. nero tulip – 29 December 2011, 23:07 (n° 16)

    VOlevo dire anche quello che ha detto meglio di me Valerio (e anche irene) ripeto: interlinea troppo fitta, caratteri molto piccoli rispetto alla dimensione della pagina, i colori sono molto belli come anche il banner in alto mi piace molto.

  17. Giovanni Fontana – 30 December 2011, 16:46 (n° 17)

    @ nero tulip:
    A me i caratteri più piccoli sono, più piacciono. Quindi tendo sempre a farli troppo piccoli, e non rendermi conto: di quanto l’ingrandiresti?

  18. Giovanni Fontana – 30 December 2011, 20:03 (n° 18)

    @tutti

    Ho aumentato il carattere di 1 px, l’interlinea di 2 px, e messo come secondo carattere il Georgia (dopo Sylfaen) e uniformato tutte le scritte a questo.

    Vi sembra migliorato? Fareste anche di più?

  19. irene – 31 December 2011, 07:31 (n° 19)

    Molto meglio col carattere un po’ più grande. Anche a me piacciono i caratteri piccoli, ma dipende dal font: questo, come dice Valerio, tende a sovrapporre le lettere ed è confuso.
    Social ecc., non capisco la scelta di “allungare” ogni “banner” a coprire tutta la colonna: sembrano distorti. Forse è meglio accostare nella stessa riga più icone piccole.
    Ciao!

  20. Giovanni Fontana – 31 December 2011, 09:00 (n° 20)

    @ irene:
    Quando ho tempo lo faccio: E per email/feed/iscrizione come faresti?

  21. dtm – 31 December 2011, 14:30 (n° 21)

    Inizio col dire che i font vanno molto meglio ora. Purtroppo Sylfaen non piace neanche a me, e rispetto al Georgia si perde moltissimo in leggibilità.
    Il menu sotto il banner non viene visualizzato correttamente senza il font adeguato (“scritti altrui” va a capo), oltre al fatto che questo viola su nero è molto poco leggibile: se non vuoi cambiare il viola con un tono un po’ più chiaro potresti rendere grassetto il testo.
    La colonna di sinistra va rifatta, nel senso che è necessario quantomeno mettere qualche pixel di spazio tra un oggetto e l’altro – ma non ho grandi idee.

  22. tenkiu – 9 February 2012, 11:32 (n° 22)

    @ Giovanni Fontana:
    Mi ha molto colpito la frase “Questo post è dedicato al migliore di noi, Christopher” e questo descrive esattamente l’ideologia che hai/avete (dici “noi” per cui si deduce che il blog appartenga ad un gruppo) adottato.
    Scegliendo Christopher Hitchens – come modello di vita – immagino che sicuramente tu abbia/abbiate abbracciato anche il suo stile di vita (ALCOOL/DROGA = aguzzano l’ingegno, la mente!).
    La cosa mi preoccupa relativamente perchè ognuno è libero di riempire il proprio stomaco come vuole
    (sperando che le conseguenze siano limitate al proprio fisico), ciò che mi fa pensare è che Christopher Hitchens è considerato “dai più” un NEO-FASCISTA…
    Sicuro di mantenere quella frase come biglietto da visita?

  23. Max – 10 February 2012, 04:42 (n° 23)

    @ tenkiu:
    …neofascista…addirittura. leftists, trotskist, socialist, liberal, neocon, ma questo gli mancava nella lista, credo si farebbe una risata fosse ancora vivo. un avversario in un dibattito una volta lo accuso di essere un “drink-sodden ex-Trotskyist popinjay” al che lui rispose su Slate “He says that I am an ex-Trotskyist (true), a ‘popinjay’ (true enough, since the word’s original Webster’s definition is a target for arrows and shots), and that I cannot hold a drink (here I must protest).”
    http://www.slate.com/articles/news_and_politics/fighting_words/2005/09/george_galloway_is_gruesome_not_gorgeous.html

    mi sa che non sai cosa sia un fascista o non sai chi e’ Hitchens…or both. more like the last one.

    questo e’ per te e la tua chiesa di pii fascisti (quelli originali, senza neo- davanti)….

    http://alwaysquestionauthority.wordpress.com/2011/12/08/christopher-hitchens-on-hitler/

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.