Reminder

26 September 2009, 17:05 | Bellezza in biciclette | Commenti: 7

Domani c’è il Mondiale delle bici e per la prima volta da anni l’Italia – tricampione in carica – non è fortissimissima ma soltanto forte. C’è un gran corridore da classiche dure che ha avuto la disgrazia di vincere un Giro D’Italia e credersi un corridore da corse a tappe, c’è un biondino che non vince mai quando deve ma ogni tanto quando gli capita e che per una volta quest’anno indossera una maglia dell’Italia decente, e infine c’è quell’altro nella foto che – dopotutto – è il campione in carica.

Insomma, non sarà quella di uno o due anni fa, ma l’Italia del ciclismo non è l’Italia del calcio che – fa venire i brividi a dirlo – è ancora campione del mondo e si fa prendere a pallonate dall’Egitto.

– Commenti:



7 Commenti presenti su “Reminder” – Feed

  1. ottanta/cento – 26 September 2009, 21:38 (n° 1)

    Ma secondo me vince Sanchez

  2. Giovanni Fontana – 26 September 2009, 21:56 (n° 2)

    @ ottanta/cento:
    Io ho paura del padronissimo di casa. Non ha la squadra, ma ha le sue gambe che valgono per tre.

  3. tfrab – 27 September 2009, 16:29 (n° 3)

    Come abbia fatto Cancellara a non vincere non l’ho mica capito, aveva staccato tutti anche in salita. Complimenti ad Evans, Cunego sucks as usual, sgrunt!

    :-)

  4. vittorio – 28 September 2009, 09:26 (n° 4)

    da queste parti siamo contentissimi per la bella vittoria di cadel evans.
    L’italia ha fatto da gregaria per tutto il plotone. a cunego sono mancate le gambe…di basso (madonna mia il varesino che scandalo). pozzato? la prossima volta che dice “non devo dimostrare niente”, qualcuno abbia la risposta pronta e lo mandi a remare…

  5. Giovanni Fontana – 28 September 2009, 09:28 (n° 5)

    @ vittorio:
    Secondo me neanche rema bene.

  6. Sandra – 12 November 2011, 03:10 (n° 6)

    Great article but it didn’t have eervyhitng—I didn’t find the kitchen sink!

  7. gjknifopsmp – 14 November 2011, 11:00 (n° 7)

    95FWNT sdwisfwxorea

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti