Ritorno al futuro

27 April 2010, 23:20 | Il Male curabile, link und recht | Commenti: 0

interesse 2 su 5

Emidio racconta la fase della presa di coscienza completa, quella in cui si rende conto che tutte le ore – e i giorni e i mesi – spesi dietro a dei dogmi che ti peggiorano la vita, a costrizioni incastonate sull’infelicità delle persone, a morbosi comitati giudiziarî imputanti accuse medievali, sono tutte costruzioni fasulle. È il momento in cui si rende conto, a tutti gli effetti, di non essere più un Testimone di Geova. Quello in cui decide di riappropriarsi del suo futuro.

L’ultima fase, quella più difficile, è “ok, è tutto sbagliato, semplicemente una fantasia”. È la fase più difficile perché comporta l’ammissione del fatto che il tempo passato a credere è tempo buttato via. È tempo che nessuno ti restituirà più. È tempo che hai dedicato a vivere in una fantasia e non nella realtà. Insomma, dura da buttare giù, ve l’assicuro. Però è l’unica fase che consente di recuperare almeno il tempo futuro.

Dice un proverbio africano: il miglior momento per piantare un albero era trent’anni fa, il secondo miglior momento è “ora”.

– Commenti:



Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti