“Vedrai che lo ‘catturano’ il giorno prima delle elezioni”

2 May 2011, 10:02 | Gruppo misto | Commenti: 42

Vi pare un caso? Bin Laden è stato ucciso in uno dei pochissimi momenti nella storia recente in cui nessun complottista potrebbe azzardare dubbie contingenze o tempistiche astruse. Può essere una coincidenza? Ma a chi pensate di farla? È chiaro che l’avevano preso da un sacco di tempo e l’hanno reso pubblico solo oggi per screditare i complottisti.

– Commenti:



42 Commenti presenti su ““Vedrai che lo ‘catturano’ il giorno prima delle elezioni”” – Feed

  1. gianluca – 2 May 2011, 10:16 (n° 1)

    non sei contrario nemmeno un po’ all’abuso di potere degli usa?

  2. Alberto – 2 May 2011, 10:16 (n° 2)
  3. Giovanni Fontana – 2 May 2011, 10:47 (n° 3)

    @ gianluca:

    Cioè?

  4. gianluca – 2 May 2011, 10:59 (n° 4)

    È morto perché l’hanno ucciso gli americani. Un colpo alla testa. Un’operazione delle forze speciali. In Pakistan. Un territorio in cui gli Usa non avrebbero – in teoria – potuto agire. Obama lo chiarisce. Dice: ho sempre detto che avremmo colpito ovunque se avessimo avuto le informazioni necessarie per individuare Bin Laden. E poi aggiunge che ha parlato con il presidente pachistano Asif Ali Zardari che ha manifestato il suo “assenso”. Dopo però. Questa è un’operazione tutta made in Usa. Gli Stati Uniti sono andati a riprendersi il mostro. E hanno colpito quando hanno deciso. “È un messaggio senza possibilità di errori di interpretazione: l’America colpisce” dice Obama.

    http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/02/news/ucciso_bin_laden-15648338/?ref=HREA-1

    (ci saranno senza dubbio fonti più attendibili e più aggiornate, ma conosci la mia pigrizia! fatto sta che “ho sempre detto che avremmo colpito ovunque se avessimo avuto le informazioni necessarie per individuare Bin Laden” è un po’ inquietante)

  5. Lorenzo – 2 May 2011, 11:38 (n° 5)

    La foto diramata in principio, cmq, è chiaramente fake.

    http://in30secondi.altervista.org/2011/05/02/osama-bin-laden-e-dato-per-morto/

    E’ morta una delle più importanti fonti di spy narrative che il mondo abbia conosciuto.

    E’ morto anche Osama bin Laden, by the way.

  6. Giovanni Fontana – 2 May 2011, 11:50 (n° 6)

    gianluca scrive::

    In Pakistan. Un territorio in cui gli Usa non avrebbero – in teoria – potuto agire

    Non avrebbe potuto agire? Guarda che gli Stati Uniti bombardano il Pakistan un giorno sì e l’altro pure, con l’accordo del governo pakistano.

    Lo stesso governo che oggi ha parlato dell’uccisione di Bin Laden come di “una grande vittoria”.

    Lorenzo scrive::

    La foto diramata in principio, cmq, è chiaramente fake.

    Sì, la foto mostrata dalla TV pakistana era una fotomontaggio. Cosa non si fa per l’audience!

  7. Peppino – 2 May 2011, 11:54 (n° 7)

    Con foto per lo meno dubbia che viene diffusa dai media e corpo (pare) buttato in mare – per non fare della salma un santuario, dice Zucconi – l’opinione più diffusa tra gli scettici è “ci vogliono far credere che sia morto ma non è vero”.

  8. gianluca – 2 May 2011, 12:04 (n° 8)

    questa volta sei tu che fai finta di non capire. e io, cocciuto come te, te lo riscrivo: la dichiarazione di obama – se veramente l’ha pronunciata – vuol dire “noi usa, per farci vendetta (e non mi dire che l’hanno ucciso per migliorare il mondo: è stata palesemente una vendetta), ci poniamo al di sopra di ogni trattato internazionale”.
    ci sta bene? a me sì, perché in questo caso la vendetta coincideva con l’omicidio di un uomo reo di crimini contro l’umanità, ma in linea di principio mi sembra una presa di posizione preoccupante

  9. stealthisnick – 2 May 2011, 12:30 (n° 9)

    gianluca scrive::

    ci poniamo al di sopra di ogni trattato internazionale”

    non mi sembra una novità

  10. Giovanni Fontana – 2 May 2011, 12:33 (n° 10)

    gianluca scrive::

    questa volta sei tu che fai finta di non capire

    Faccio finta di non capire? Tu mi parli di un abuso di potere, e io non vedo l’abuso di potere.

    Se invece mi stai chiedendo di commentare quelle frasi di Obama, “l’America colpisce” (che non ho trovato in originale, ma sicuramente ci saranno), non mi piacciono. Ma non le chiamerei un abuso di potere.

  11. gianluca – 2 May 2011, 12:45 (n° 11)

    @ stealthisnick:
    e quindi la accettiamo solo perché non è una novità, perché lo fanno da sempre, perché “così vanno le cose”. ok. interessante principio etico, anche se – mi sembra – leggermente in contraddizione con la metà dei discorsi che pronunci da quando ti conosco!

  12. gianluca – 2 May 2011, 12:46 (n° 12)

    (ah, ok, pensavo l’avesse detto giovanni!)

  13. Gio – 2 May 2011, 13:09 (n° 13)

    E invece ecco che salta fuori il complotto definitivo :-)
    “L’eliminazione da parte delle forze Usa dello sceicco del terrore Bin Laden all’indomani della beatificazione di Giovanni Paolo II puo’ essere letta come un nuovo enorme miracolo per il mondo regalato dal Papa piu’ amato”
    Michela Biancofiore, PDL
    (ho trovato la notizia solo in un paio di siti, spero sia una bufala)

  14. Max – 2 May 2011, 13:35 (n° 14)

    gianluca scrive::

    un po’ inquietante

    A me inquieterebbe piu il contrario…..

  15. Max – 2 May 2011, 13:37 (n° 15)

    Peppino scrive::

    l’opinione più diffusa tra gli scettici è “ci vogliono far credere che sia morto ma non è vero”.

    come e’ che dicono? la mamma degli imbecilli….

  16. Max – 2 May 2011, 13:50 (n° 16)

    gianluca scrive::

    , ma in linea di principio mi sembra una presa di posizione preoccupante

    Pakistan ha avuto 10 anni per fare la cosa giusta…. Invece ISI, che e’ il vero centro di potere pakistano, e’ tagliata in due in una schizofrenia pericolosa tra le sue paranoie di accerchiamento da parte di Afghanistan e India (che li fa sostenere talibani and friends) e l’islamismo militante delle madrasse, dei talibani emigrati e dei territori tribali del nord, che sono in guerra aperta con Pakistan-proper.

    if nothing else, what happened, and where it happened, goes to show the level of complicity in the pakistani security apparatus.

    poi quando si parla di Pakistan parlare di sovranita territoriale is a joke, il loro stesso esercito non controlla un quinto del paese…

    it doesn’t matter. the motherfucker is dead and buried, good riddance.

  17. Clunk – 2 May 2011, 14:03 (n° 17)

    Io sono rimasto un po’ perplesso per tutto questo entuasiasmo alla morte di Bin Laden. Anch’io sono soddisfatto…però ho come il senso che non sia giustizia. Non capisco, io sono contrario alla pena di morte eppure mi ha fatto piacere che sia morto. La cosa mi lascia confuso. Da un lato c’è la legittima soddisfazione di un esaltato-terrorista-assassino in meno, dall’altro c’è un po’ di sconforto per la gioia provata di fronte a un uomo morto.

  18. Max – 2 May 2011, 14:21 (n° 18)

    Clunk scrive::

    c’è un po’ di sconforto per la gioia provata di fronte a un uomo morto.

    it’s called post-traumatic stress euphoria….

  19. Max – 2 May 2011, 14:23 (n° 19)
  20. Clunk – 2 May 2011, 14:34 (n° 20)

    Max scrive::

    mixed up with catholic guilt

    Del senso di colpa cattolico ce ne siamo liberati da un po’. Semplicemente ho la sensazione che l’uccisione di Bin Laden fosse invetabile -difficile prenderlo vivo, credo- ma che non ci sia poi così tanto da gioire. Semplicemente, andava fatto.

  21. Max – 2 May 2011, 14:53 (n° 21)

    Clunk scrive::

    ce ne siamo liberati da un po’.

    ah! that’s a delusion right there…unluckily…catholic guilty feelings, conscious or not, are pervasive, if you grew up in Italy….it’s like a plague.

    poi non puoi controllare una emozione, o no? la puoi magari razionalizzare, autoanalizzare, if you like the exercise…. but in the end you feel what you feel. in this case, I would not lose much sleep over this scumbag death, enjoy the feeling and let’s move on.

  22. Clunk – 2 May 2011, 15:16 (n° 22)

    Max scrive::

    I would not lose much sleep over this scumbag death, enjoy the feeling and let’s move on.

    Questo mi legittimerebbe a gioire della morte di molte persone. O anche a pensare che farle fuori sia la cosa migliore. Non pensi si tratti di accettare come prassi la soppressione fisica?

  23. Massimiliano – 2 May 2011, 21:29 (n° 23)

    C’e` gente (non so quanta ne` quanto “importante”) che ora sostiene che l’operazione sia caduta appositamente dopo i tagli alla difesa… insomma, il complotto c’e` sempre!

  24. Mattia – 3 May 2011, 01:15 (n° 24)

    Fantastico questo complotto contro i complottisti

  25. giacomoB – 3 May 2011, 09:38 (n° 25)

    Scusatemi tutti, ma in questo caso uno è quasi legittimato a credere ad una teoria alternativa, non necessariamente complottista

  26. Stefano – 3 May 2011, 11:34 (n° 26)

    @Max:
    Scusa com’è che mischi le frasi in Italiano e Inglese? Perché non scrivi in una lingua sola? Magari Italiano, visto mi pare siamo tutti Italiani qui…:)
    Poi concordo con Clunk, sono contento che sia morto ma l’esultanza per strada con bandiere e cori mi lascia perplesso, preferirei un più dignitoso silenzio, senza tirare in ballo sensi di colpa cattolici che in questo caso non c’entrano.

  27. Franco Rivera – 3 May 2011, 13:53 (n° 27)

    giacomoB scrive::

    Scusatemi tutti, ma in questo caso uno è quasi legittimato a credere ad una teoria alternativa, non necessariamente complottista

    che significa dire che uno è “quasi legittimato a credere”?
    è un eufemismo per autoconvicersi di non essere un complettista?

  28. giacomoB – 3 May 2011, 15:56 (n° 28)

    Se complottista vuol dire mettersi dei dubbi se ti dicono che un tizio è morto ma

    1) non ci sono foto
    2) non è possibile vedere il corpo perchè è stato gettato in mare secondo un antico rito islamico, che poi viene smentito e non è più un rito islamico ma è necessario perchè nessun paese voleva le spoglie e perchè seppellirlo poteva creare una meta di pellegrinaggio

    Allora si, sono complottista. Io preferirei definirmi “normale”

    Senza contare tutte le altre dichiarazioni, tutte più o meno autorevoli, che dicono che Osama fosse morto anni fa. Io sono semplicemente possibilista. Quello che mi fa ridere è che per criticare i cosidetti complottisti – categoria troppo ampia che comprende dai paranoici a chi semplicemente si pone dei dubbi – si utilizzano gli stessi retropensieri che molti cui è attribuito questo appellativo utilizzano

  29. Giovanni Fontana – 3 May 2011, 16:04 (n° 29)

    giacomoB scrive::

    Se complottista vuol dire mettersi dei dubbi se ti dicono che un tizio è morto ma

    1) non ci sono foto
    2) non è possibile vedere il corpo perchè è stato gettato in mare secondo un antico rito islamico, che poi viene smentito e non è più un rito islamico ma è necessario perchè nessun paese voleva le spoglie e perchè seppellirlo poteva creare una meta di pellegrinaggio

    Se le spiegazioni che hanno dato (diverse oltre a questa), molto approfondite e ragionevoli, non ti convincono, non c’è nulla che te ne possa convincere.

    Tantopiù che è talmente scandalosamente assurda la coincidenza che non c’è NIENTE a cui un complottista si possa attaccare per dire che questo è un momento adatto (e guarda che ce ne sono pochissimi di momenti nel mondo in cui non c’è niente, proprio niente), che non è possibile neanche ricavare uno straccio di movente per il complottone.

    giacomoB scrive::

    Senza contare tutte le altre dichiarazioni, tutte più o meno autorevoli, che dicono che Osama fosse morto anni fa.

    ???
    Dichiarazioni di gente autorevole! Ma chi? Mi ha detto mio cuggino, che suo zio è molto autorevole.
    E spero tu non ti riferisca alla cretinata di Benazir Bhutto, già smentita secoli fa.

    “le altre dichiarazioni, tutte più o meno autorevoli”. Voglio proprio sentire.

  30. giacomoB – 3 May 2011, 16:14 (n° 30)

    Bastano Musharraf e membri dell’ amministrazione americana?

    Poi attenzione, io non dico perchè Bin Laden è stato “fatto morire” oggi perchè faceva comodo ad Obama, ma non è nemmeno vero che Obama da questa morte non ci guadagni nulla.

    Io sono semplicemente possibilista: può essere morto oggi come può essere morto da tempo. Ci sono dichiarazioni di membri dell’ amministrazione usa e pakistana che propendono per la seconda ipotesi ( compreso il commento di Benazir Bhutto). E’ probabile che abbiano detto così perchè, in quanto pakistani, stessero facendo il doppio gioco. Tutto è possibile/probabile.

    Vorrei solo che mi dessero delle prove inconfutabili per chiunque non sia paranoico ( delle foto o un video – che hanno annunciato – sarebbero sufficienti) perchè di fatto queste mancano e le informazioni fornite sono contraddittorie, come la sepoltura in mare e la cooperazione/non cooperazione con i servizi pakistani.

    Se questo vuol dire essere complottisti allora c’è un intera categoria professionale di persone – i giuristi – che sono complottisti

  31. Max – 3 May 2011, 16:16 (n° 31)

    giacomoB scrive::

    Se complottista vuol dire mettersi dei dubbi se ti dicono che un tizio è morto ma
    1) non ci sono foto
    2) non è possibile vedere il corpo

    sveglia! secondo te se i Pakistani non sarebbero i primi a sollevare dubbi? sono in una posizione di merda al momento, tra l’imbarazzo e lo shock, se potessero negare e dire che nulla e’ successo quella mattina e che non c’era nessun Bin Laden, ma che anzi era morto da anni o magari mai esistito sarebbero i primi a farlo. Musharaf era quello che diceva che Bin laden era probabilmente morto…invece era ad un miglio dalla loro West Point, a 50 km dalla capitale! surprise, surprise.

    invece se ne stanno zitti, mogi, in un imbarazzato silenzio….non perche hanno visto le prove della sua morte, ma perche’ sanno che chi stavano coprendo non e’ piu li: li hanno sorpresi a cagare nel cortile con i pantaloni alla caviglie…e sono scivolati sulla loro merda.

    oppss..

  32. giacomoB – 3 May 2011, 16:19 (n° 32)

    max: si può essere, ma può essere anche il contrario. Io parto dal presupposto che stiamo pretendendo di fare la big picture di un evento di cui abbiamo informazioni di settima mano, se va bene

  33. Giovanni Fontana – 3 May 2011, 16:30 (n° 33)

    giacomoB scrive::

    Ci sono dichiarazioni di membri dell’ amministrazione usa e pakistana che propendono per la seconda ipotesi ( compreso il commento di Benazir Bhutto).

    Link a membri dell’amministrazione USA che dicono che Bin Laden era già morto?

    Quella di Bhutto – uh che fatica – era un lapsus. Si riferiva a Daniel Pearl. Parla di Omar Shaik e dice “Omar Shaik, l’uomo che ha ucciso Bin Laden”, e tutti sanno che Omar Shaik ha ucciso Daniel Pearl (non avrebbe avuto comunque alcun senso, nel discorso, dire che Shaik avesse ucciso Bin Laden: fra l’altro, Shaik uccide Bin Laden?!?). La stessa Bhutto ha detto in più occasioni che si è trattato di un lapsus, e che si riferiva a Pearl. E, in interviste successive e/o precedenti ha sempre parlato di Bin Laden come vivo.

    Riguardatelo, o guardatelo se non l’hai mai visto. http://www.youtube.com/watch?v=oIO8B6fpFSQ
    Se non cambi idea su questo sei davvero in malafede.

  34. giacomoB – 3 May 2011, 16:39 (n° 34)

    Quello che mi hai linkato è il video dove afferma che omar shaik ha ucciso bin laden o è la smentita? Perchè il primo l’ ho già visto. Nel secondo caso, me lo guardo

    Questo è il link che a sua volta riporta i link di ogni singola dichiarazione o rumor di una morte di OBL prima del 2 maggio 2011
    http://it.peacereporter.net/articolo/28269/La+seconda+morte+di+Osama

    Ad ogni modo non mi devi far cambiare idea: io non ho una idea, sono possibilista ed equamente in malafede per ogni possibile ipotesi, nel senso che non ci credo a priori ( non sto dicendo che tu ci creda a priori eh!). Quindi se non mi danno una foto o un video di Osama morto io continuo a mettermi dei dubbi, che saranno legittimi fino a quando l’ ipotesi alternativa sarà credibile: ad esempio se la bhutto si è successivamente smentita e le notizie sulla morte di bin laden prima di ieri sono tutte cazzate concluderò che non ho nessuna certezza in merito, nè sul fatto che sia morto ieri tantomeno sul fatto che fosse già morto. Posso solo fare un atto di fede e credere alla teoria più probabile

  35. giacomoB – 4 May 2011, 18:33 (n° 35)

    Intanto Ol’ Bama si rifiuta di mostrare le foto perchè atroci

    http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/04/dirette/osama_4_maggio-15750764/?ref=HREA-1

  36. Giovanni Fontana – 4 May 2011, 18:39 (n° 36)

    giacomoB scrive::

    Intanto Ol’ Bama si rifiuta di mostrare le foto perchè atroci
    http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/04/dirette/osama_4_maggio-15750764/?ref=HREA-1

    Esatto, si sa da giorni. Sei finalmente convinto o pensi ancora al complotto?

    Decideranno se pubblicare tutte le foto (difficile), una sola foto (possibile), o i video (quasi escluso).

  37. Ila – 4 May 2011, 19:25 (n° 37)

    @ giacomoB:
    Qui un articolo approfondito su pro e contro del mostrare o no le immagini:
    http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=04-05-2011&pdfIndex=83

  38. giacomoB – 4 May 2011, 19:37 (n° 38)

    @ Giovanni Fontana:
    Veramente si sa da oggi. Poi il fatto che tu abbia scritto “sei convinto o credi ancora al complotto” benchè abbia buttato righe a scriverti perchè non è così mi fa capire che il tuo blog sia seguito perchè, in fin dei conti, sei un trolletto da due soldi

  39. giacomoB – 4 May 2011, 19:38 (n° 39)

    @ Giovanni Fontana:
    Veramente si sa da oggi. Poi il fatto che tu abbia scritto “sei convinto o credi ancora al complotto” benchè abbia buttato righe a scriverti perchè non è così mi fa capire che voglia di leggere non ne hai proprio

  40. Giovanni Fontana – 4 May 2011, 20:30 (n° 40)

    giacomoB scrive::

    mi fa capire che il tuo blog sia seguito perchè, in fin dei conti, sei un trolletto da due soldi

    È perché sono un agente della CIA.

  41. giacomoB – 4 May 2011, 20:32 (n° 41)

    Retorica tagliente

  42. giacomoB – 4 May 2011, 20:37 (n° 42)

    Credo che mi rifugerò nella mia cameretta dopo aver attentamente lasciato appena alzata una tapparella per vedere se c’è qualche agente del NWO che mi spia

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti