Venerdì 8 agosto

8 August 2008, 18:24 | Alta politica, Diario dalla Palestina | Commenti: 2

Buono – Diario dalla Palestina 32

Per varie vicissitudini smarrimenti e ritardi all’aeroporto è venuto a dormire a casa mia Gianluca, anzi Gianluca Enzo Buono più-giovane-presidente-del-consiglio-comunale-d’Italia, come si è presentato, eletto in quota UDC. La circostanza più assurda non è che sia venuto a dormire da me senza neanche che lo conoscessi, e attraverso un contatto comune che ho visto tre volte; no, la circostanza più assurda è che – almeno pare – una persona normale. Ha posizioni civili sulle coppie di fatto, discute in maniera intelligente e preparata, si rende conto di tutte le ridicolaggini scritte nella bibbia, e non direbbe mai che è “un libro pieno d’amore”, con i suoi milioni di morti. Ed è venuto qui a darsi da fare. Mi fate ‘sto favore? Invece di candidare Cuffaro (evabbè anche io un po’ di populismo, no?), dategli la presidenza del partito. Si diceva largo ai giovani? Chissà che anche i giovani di Rifondazione siano meglio di Ferrero.

Tutto questo per dire che son riuscito a parlar male di D’Alema anche in Palestina.

Domani vado a Nablus. Si dice che sia la capitale del fondamentalismo islamico in Palestina (dove Hebron è quella del fondamentalismo ebraico), saremo accompagnati da gente che conosce bene il posto.

Sicuramente ci sarà da raccontare, difficilmente in serata.

– Commenti:



2 Commenti presenti su “Venerdì 8 agosto” – Feed

  1. Meravigliosi 106 – 9 August 2008, 11:09 (n° 1)

    ma se vengo a trovarti fai pubblicità anche a me?

  2. gianluca – 12 August 2008, 19:13 (n° 2)

    Grazie ancora dell’ospitalità, sono ora a Nazareth, qua l’atmosfera è molto pesante, quasi apartheid nei confronti degli arabi di entrambe le religioni, spero di scrivere stasera qualcosa di interessante circa questo.
    gianluca

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti