Le cose migliorano

Tanti volontarî, tanti progetti, le cose vanno meglio

Gli yazidi se ne sono andati

Un graffito, una minaccia, hanno fatto i bagagli e sono partiti

Imprevisti

Scusate l’assenza di post da un po’ di tempo a questa parte: purtroppo ho stupidamente rotto il mio computer, e quello che era già difficile (trovare modo e tempo di raccontare quello che sta succedendo, e stanno succedendo tante cose) è diventato quasi impossibile.

Sassate

Sono giorni di tensione, al campo

Quelli che ancora non lo sono

Oggi è la giornata mondiale dei profughi. A me, ovviamente, viene da pensare a quelli che non lo sono ancora, come il migliaio di persone che vive a Katsika

Il funerale

La morte è tutta uguale

La lezione su Palmira, nel campo

Imparare la storia e l’archeologia da Mahmud

Sconforti in cucina

La cucina del campo è stata chiusa, il giorno stesso in cui è successa un’altra brutta faccenda

Calci reali e virtuali

Coinvolgere gli adolescenti del campo (con Pro Evolution Soccer)

I volontarî

Sono felici della vita, e questa è la loro maniera di sdebitarsi della felicità ricevuta.

« riavantiAncora, prima »