Certe volte vince anche l’odio

20 December 2009, 11:15 | Alta politica, immagina tu | Commenti: 5

Vabbene, ora è tornato a casa è stato – giustamente – dal dentista, e le cose dovrebbero tornare alla loro normale misura.
Direi che ora posso mettere la prima cosa che ho pensato di pubblicare – e poi ho desistito perché mi sembrava di cattivo gusto e demagogica – quando ho letto il messaggio di Berlusconi a caratteri cubitali “L’AMORE VINCE SULL’ODIO”.

Ed è questa:

Esseri umani "amorevolmente" respinti

Esseri umani "amorevolmente" respinti, (e rimandati a morire nei loro paesi).

– Commenti:



5 Commenti presenti su “Certe volte vince anche l’odio” – Feed

  1. chiara – 20 December 2009, 11:22 (n° 1)

    oh, bravo!

  2. Valter Gallo – 20 December 2009, 11:53 (n° 2)

    l’ho rilanciato sulla mia feisbùk page ..
    Abbracci, V.

  3. Shylock – 20 December 2009, 12:58 (n° 3)

    Di cattivo gusto non so, non è mai stato un mio problema; demagogica invece sì. Quasi quanto lo slogan di Berlusconi.

  4. Lorenzo – 20 December 2009, 17:57 (n° 4)

    “L’amore vince sull’odio”
    questo dopo la botta con la statuetta crede di essere il papa…

    Per quanto riguarda il tuo messaggio non lo so se è di cattivo gusto o se è demagogico, ma non mi darebbe fastidio vederlo nei 6 per 3 in giro. Bisogna in un qualche modo uniformare i piatti della bilancia.

  5. Alan – 21 December 2009, 09:54 (n° 5)

    Direi che è di buon gusto il messaggio…senza ombra di dubbio!
    Purtroppo con questa “gentaglia” che ci governa, il partito dell’amore è ben lontano da governarci. ;-)

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti