Cos’è il populismo (o forse il qualunquismo)

20 July 2011, 16:30 | Gruppo misto | Commenti: 17

1 su 5

Da qualche tempo rifletto su quale sia la precisa definizione di populismo. È una cosa che tutti sappiamo individuare, ma è più difficile da circoscrivere dentro a un determinato set di caratteristiche, ed è perciò ambigua. In fondo si può essere accusati di populismo qualunque cosa si dica.

Sappiamo tutti quali sono le caratteristiche che non apprezziamo nel leggere o ascoltare qualcosa: se è egoista, menzognero, semplicemente falso, stupido, illogico, e così via. Sono tutte definizioni che vogliono dire qualcosa di preciso, e possono essere giudicate pertinenti o meno in quanto tali.

Sono giunto alla conclusione che la caratteristica principe del populismo è l’esprimere un concetto che è condiviso da chiunque, ma che nella percezione dell’interlocutore non lo è. Ho provato a fare una controprova con varie cose populiste che mi venivano in mente e mi sembra funzionare. Insomma: se non c’è nessuno che contraddirebbe quello che state per dire, non vale la pena dirlo.

– Commenti:



17 Commenti presenti su “Cos’è il populismo (o forse il qualunquismo)” – Feed

  1. nonunacosaseria – 20 July 2011, 17:25 (n° 1)

    ne deriva che ora dovremmo contraddire quello che hai scritto, altrimenti non ne valeva la pena?

    scherzi a parte, non sono molto d’accordo. il “lapalissiano” è qualcosa che nessuno contraddirebbe, ma il “populismo”… il populismo è la semplificazione estrema di un concetto per raggiungere un consenso immediato, ossia non mediato dal ragionamento, dalla testa, dalla logica.
    qualcosa che dici “vai, è giusto, ha ragione”. poi ci pensi e ti rendi conto che c’è qualcosa che non torna. però ci devi pensare e anche un bel po’, a volte.

  2. Max – 20 July 2011, 17:28 (n° 2)

    beh, populismo e’ l’espediente dialettico, la filosofia politica etc. dove si ridefinisce il contrasto, il dibattito a mano in termini di elite (corrotta/impura etc.) vs. popolo comune (onesto/lavoratore/puro etc.).

    in questo senso ci sono un sacco di dichiarazioni “populiste” per loro natura che non sono ne’ ovvie ne’ facilmente condivisibili o logiche (Tea Party philosophy come esempio recente).

    a meno che tu non usi il termine in un altro contesto. in tal caso, quale?

  3. Andrea Privitera – 20 July 2011, 18:39 (n° 3)

    Io mi trovo più d’accordo con nonunacosaseria: secondo me il populismo è dare risposte sempliciotte a domande complicate.

  4. Max – 20 July 2011, 19:24 (n° 4)

    ma, siamo cosi sicuri che esista un problema con la definizione del termine, oppure stiamo ognuno dando la definizione che piu piace cosi per fare?

    ” secondo me il populismo è dare risposte sempliciotte a domande complicate.”

    ma questo vale per dozzine di concetti. anche una pubblicita on un modello climatologico con una sola linea di equazioni suggerisce risposte semplicistiche a domande complicate, ma in se non c’entra nulla con populismo!

    “l populismo è la semplificazione estrema di un concetto per raggiungere un consenso immediato, ossia non mediato dal ragionamento, dalla testa, dalla logica”

    no, perche lo statismo/dirigismo (o una qualsiasi altra ideologia politca random) possono essere tacciati dello stesso difetto (ultrasemplificazione per cercare un consenso politico), ma in se e’ opposto a populismo.

    il tratto definente e’ sempre la contrapposizione tra una elite autoreferenziale ed un popolo virtuoso, tra un centro di potere ed una periferia” disinfranchised”, tra un sapere organizzato/codificato ed uno basato sul “common sense” del popolo. che e’ in se una semplificazione, si, ma non tutte le semplificazioni sono populismi.

    boh.

    Giovanni, spiegami dove vuoi andare con il post!

  5. Putiferio – 20 July 2011, 20:35 (n° 5)

    complichiamo le cose: che relazione ha il populismo con la retorica?

    Guardando la definizione su wikipedia, direi che chi fa populismo, fa retorica.
    L’ inverso non è necessariamente vero.

  6. Giovanni – 21 July 2011, 05:41 (n° 6)

    > Insomma: se non c’è nessuno che contraddirebbe
    > quello che state per dire, non vale la pena dirlo.

    Mi stai dicendo che non posso dire «che bella giornata» quando il sole splende e c’è una fresca brezza primaverile? Oh my …

  7. ibirro – 21 July 2011, 13:37 (n° 7)

    Il populismo è quella cosa che prima pensi “bravo”, ma dopo un attimo ci rifletti ed inizi a notare le sfumature di cui non ti avevano detto nulla.

  8. Il “Partito di Repubblica” cambia linea | Champ's Version – 21 July 2011, 14:27 (n° 8)

    […] un progetto definito e preciso, che banalizzando potremmo definire con l’ossimoro “populismo di sinistra”, del tutto speculare a quello del principale competitor di Via Solferino; con la […]

  9. Tatiana – 21 July 2011, 18:19 (n° 9)

    Il mio nome è Tatiana Dias, lavoro per una impresa di Cominicazione e marketing in Spagna.
    Le piacerebbe collaborare ad una campagna pubblicitaria.
    Paghiamo 35 euro tramite Paypal per il lavoro.
    Se le interessa la proposta, mi scriva a: tatiana.segala@gmail.com

  10. Filippo Zuliani – 21 July 2011, 19:20 (n° 10)

    populismo e’ “esprimere un concetto che è condiviso da chiunque”.

    Quasi d’accordo. Secondo me e’ esprime un concetto condiviso dalle masse, non necessariamente un concetto giusto (es. dire “fuori i corrotti dal parlamento” e’ una cosa condivisa dai piu’ ma sacrosanta, dire “sono tutti uguali” e’ una cosa condivisa dai piu’ ma non esatta).

  11. Max – 21 July 2011, 19:45 (n° 11)

    Filippo Zuliani scrive::

    Secondo me e’ esprime un concetto condiviso dalle masse, non necessariamente un concetto giusto

    a me piu’ che populismo questo mi pare la definizione di “conventional wisdom” o della “truthiness” di Colbert (“Truthiness is a “truth” that a person claims to know intuitively “from the gut” without regard to evidence, logic, intellectual examination, or facts”).

    rimango sulla barricata che senza la dinamica elite vs. popolo non e’ populismo ma qualcosa d’altro che ne condivide solo elementi parziali. usarlo in altri contesti e’ come dare del fascista a tutto quello che non piace, svuotandone eventualmente il contenuto.

  12. Giovanni Fontana – 21 July 2011, 21:25 (n° 12)

    Rispondo a tutti, prima però spiego la genesi di questo post: nel fare quello sulle risposte stupide, naturalmente, mi sono messo a confrontare tutti i miei pensieri con esse, e vedere se talvolta li adopero, per smettere di farlo.

    In particolare mi sono concentrato su “è tutta retorica”, che non dico così – magari – ma che penso, talvolta, quando leggo certe cose (l’ultimo caso era il post di Spider Truman sul “rivelerò chi sono”).
    Ci sono delle cose che sono retoriche, ci sono le cose che sono populiste, ma bisogna essere in grado di definire perché.

    nonunacosaseria scrive::

    scherzi a parte, non sono molto d’accordo. il “lapalissiano” è qualcosa che nessuno contraddirebbe, ma il “populismo”… il populismo è la semplificazione estrema di un concetto per raggiungere un consenso immediato, ossia non mediato dal ragionamento, dalla testa, dalla logica

    Sono d’accordo che questa sia una definizione più precisa, però è anche una definizione più ambigua. E questo lo dico proprio in relazione al fatto che chiunque può essere accusato di semplificare una cosa anche quando non la sta semplificando (“è molto più complicato di così!”): perché riuscire a semplificare le cose è una grande qualità.

    Per questo volevo una definizione con una “controprova”, per non rischiare di essere colpevole dello stesso peccato che critico.

    Max scrive::

    beh, populismo e’ l’espediente dialettico, la filosofia politica etc. dove si ridefinisce il contrasto, il dibattito a mano in termini di elite (corrotta/impura etc.) vs. popolo comune (onesto/lavoratore/puro etc.).

    Sì, hai ragione. Ho usato populismo in senso troppo allargato. Non è neanche retorica, non solo retorica: come si potrebbe dire?

    Qualunquismo?

    Putiferio scrive::

    complichiamo le cose: che relazione ha il populismo con la retorica?

    Eh!

    Giovanni scrive::

    Mi stai dicendo che non posso dire «che bella giornata» quando il sole splende e c’è una fresca brezza primaverile? Oh my …

    Pensa che volevo proprio fare questo esempio “oggi c’è il sole” per spiegare la frase “un concetto che è condiviso da chiunque, ma che nella percezione dell’interlocutore non lo è.”

    Poi ho pensato che “nella percezione dell’interlocutore non lo è” fosse abbastanza chiaro, senza bisogno di esempî.

    Nella fattispecie, se il tipo che ti ascolta pensa che “oggi c’è il sole” sia una verità rivoluzionaria e si rivolge a te complimentandoti per il coraggio di esprimerla, allora quello è populismo (qualunquismo?)

  13. Max – 21 July 2011, 21:48 (n° 13)

    qui si chiamano, in ordine di malignita, “truisms”, “common wisdom”, “truthiness”, …Tea Party Hogwash ;-)

    storicamente, qualunquismo ha una connotazione politica, e a me ricorda piu una posizione apatetica verso il sistema democratico.

  14. Alessio – 24 July 2011, 12:09 (n° 14)

    @ Max:
    Giusto Max, in soldoni nella scienza politica e’ questa la definizione di populismo: contrapposizione elite vs. popolo.

  15. alberto – 17 April 2012, 11:39 (n° 15)

    Sono d’accordo con Alessio……la parola populismo viene usata per contrapporre gli interessi di chi governa un popolo agli interessi del popolo stesso, quindi al punto in cui siamo arrivati oggi è come contrapporre dittatura a democrazia ovvero chi detiene il potere taccia di populismo tutti coloro che tentano di mettere in discussione il potere stesso….il termine populismo vuole essere fatto passare con un’accezione prettamente antidemocratica!!

  16. Sam – 17 June 2012, 09:32 (n° 16)

    Il qualunquismo non è esattamente solo un movimento politico, ed in un certo senso è identificabile con il populismo. Vedo ad esempio l’analogia dell’immediatezza del messaggio: sia il populista che il qualunquista per rivolgersi alla gente fanno a meno di eventuali partiti politici e della vera democrazia.. Vero è che il qualunquismo una posizione la prese in parlamento (che era una destra moderata e conservatrice), ma anche Mussolini la prese.. Non è molto pertinente ma ci tenevo a esprimermi sul rapporto populismo-qualunquismo. Io tendo a unificare i due concetti.

  17. Sam – 17 June 2012, 09:35 (n° 17)

    Putiferio scrive::

    complichiamo le cose: che relazione ha il populismo con la retorica?

    Il populismo è un modo di fare retorica! D: la retorica prevede un certo schema di linguaggio, dei canoni, un atteggiamento (il sofismo non insegna altro).. cose che il populismo ha. Ma non vale il contrario:
    Retorica sta a populismo = Casa sta a muro.. per intenderci

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti