Deberlusconizer

19 April 2011, 14:51 | Alta politica, link und recht | Commenti: 4

1 su 5

Una cretinata divertente, da usare una volta. Deberlusconizer. Introduci un sito, ed espunge – in un bel giallo fosforescente – tutte le volte che viene citato Berlusconi o addentellati. È un modo scemo per contarle. Io ne ho solo una negli ultimi venti post (anche se questo post alzerà il numero!).

Per fare un giochino, ho confrontato le homepage di un po’ di quotidiani:

Il Post 1 occorrenza (il vero giornale deberlusconizzato)
Il Sole 24 ore 3 occorrenze
Il Manifesto 4 occorrenze
La Stampa 5 occorrenze
Corriere della Sera
6 occorrenze
Il Foglio 8 occorrenze
Il Giornale
9 occorrenze
L’Unità 12 occorrenze
La Repubblica
13 occorrenze
Il Fatto quotidiano 34 occorrenze

– Commenti:



4 Commenti presenti su “Deberlusconizer” – Feed

  1. Ila – 19 April 2011, 16:29 (n° 1)

    Ma la funzione mica è solo quella scema di contare le occorrenze, ne ha un’altra molto più significativa, di “spazio liberato”:

    Il software, sviluppato da un gruppo di artisti e programmatori, inizialmente sostituisce le parole e le immagini che si riferiscono al premier con delle bande colorate.
    Nella fase successiva, questi spazi vuoti lasceranno il posto a una serie di interventi di artisti italiani e stranieri. Gli artisti saranno invitati a riflettere su Internet come contesto pubblico e a immaginare un nuovo destino per questo “spazio liberato”.
    Infine, saranno gli stessi utenti a decidere e proporre nuovi contenuti.

    Rispondi  |  Cita
  2. paolo pisacane – 19 April 2011, 19:03 (n° 2)

    Prima del nome c’è la sostanza. Ma oggi i legionari della cagnara spettacolare fanno di tutto per permettere al nome di trasfigurare la sostanza.
    Pensiamo a ripulire la realtà italiana dallo spettacolo.

    Rispondi  |  Cita
  3. links for 2011-04-19 « Champ's Version – 19 April 2011, 23:01 (n° 3)

    […] Deberlusconizer | Distanti saluti […]

  4. Liberal – 23 April 2011, 01:05 (n° 4)

    A me preoccupano i giornali che non ne parlano.

    Rispondi  |  Cita

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti