Fatta la legge divina, trovato l’inganno

16 September 2009, 15:57 | Il Male curabile | Commenti: 1

La gara d’appalto per la costruzione della ferrovia superveloce tra Gedda e la Mecca è stata vinta dalla China Railway Engineering Corporation, nello scorso febbraio. Però l’accesso alla città santa è vietato agli infedeli [….] La soluzione è stata prettamente spirituale. 3.382 lavoratori cinesi si sono convertiti all’islam in due cerimonie pubbliche alla Mecca e ad al Taif.

– Commenti:



Un commento presente su “Fatta la legge divina, trovato l’inganno” – Feed

  1. Billy Pilgrim – 27 September 2009, 12:27 (n° 1)

    Stupendo! Ricorderei anche che la stragrande maggioranza dei dirigenti cinesi degli anni Settanta disponeva di tre piccoli altarini diversi e di tre diverse cassette delle offerte: una buddista, una induista e una cristiana.
    E che spesso il rituale annuale davanti alla tomba degli antenati consisteva in un particolare miscuglio dei tre riti dei defunti delle diverse religioni.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti