La religione che fa per te

17 November 2009, 10:56 | Il Male curabile, immagina tu | Commenti: 14

Da bambino compravo sempre il Corriere dei Piccoli (viva la Pimpa!) per fare quelli fatti così, che si chiamavano “test”. Non mi piacevano quelli coi numeri, ma quelli con le varie alternative che ti portavano a imboccare strade. Ecco qua, un “test” simile: qual è la religione che fa per te?

La religione che fa per te

– Commenti:



14 Commenti presenti su “La religione che fa per te” – Feed

  1. fr Alberto – 17 November 2009, 12:27 (n° 1)

    Però non mi va di essere “testato” come un noioso e generico cristiano O_o

  2. Giovanni Fontana – 17 November 2009, 12:29 (n° 2)

    @ fr Alberto:
    Beh allora inizia a credere nel potere magico di qualche indumento intimo, e potrai fregiarti del titolo di non-noioso mormone!

  3. fr Alberto – 17 November 2009, 12:34 (n° 3)

    AHAHAHHAHHHAHAHAHHA!!! Il tono scherzoso di questo test è veramente sorprendente :-)

  4. carlo – 17 November 2009, 12:38 (n° 4)

    quella degli indumenti intimi per i mormoni non l’ho capita

  5. fr Alberto – 17 November 2009, 12:38 (n° 5)

    Poi vojo dì, l’hummus mi piace e mica sono muslim, :-O

  6. Giovanni Fontana – 17 November 2009, 12:43 (n° 6)

    carlo scrive::

    quella degli indumenti intimi per i mormoni non l’ho capita

    http://en.wikipedia.org/wiki/Temple_garment

  7. carlo – 17 November 2009, 15:09 (n° 7)

    uh cazzarola, Terence Hill indossava roba del genere nei western con Bud Spencer

  8. farfintadiesseresani – 17 November 2009, 21:43 (n° 8)

    Funziona!

  9. Laura – 17 November 2009, 22:12 (n° 9)

    ah,ah,ah!!! Questo flowchart è troppo divertente!!
    Grazie

  10. mariarita – 17 November 2009, 23:20 (n° 10)

    ho scoperto che sono wiccan…:-D lo sapevo!

  11. Anellidifum0 – 18 November 2009, 00:40 (n° 11)

    Finisco dove sono: ateismo. Anche se mi definisco più pigramente agnostico. Perché l’ateo crede che non ci sia nessun dio, mentre l’agnostico non crede un cazzo.

    ça va sans dire: ti rubo lo schema.

  12. E basta, chiamiamoci atei | Distanti saluti – 18 November 2009, 11:11 (n° 12)

    […] lo so che lo sapete che volevo arrivare da qualche parte. Eccoci arrivati. È questa qui la parte, quella che me l’ha suggerito: sento spesso dire «io non sono ateo, sono agnostico, […]

  13. gigi – 18 November 2009, 12:14 (n° 13)

    essendo in inglese non ci ho capito una parola

  14. Shu – 26 January 2012, 00:46 (n° 14)

    Sei un informatico mancato :)

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti