Love me do

22 June 2009, 19:12 | Alta politica | Commenti: 40

Non so se è anche uno smacco all’anti-berlusconismo di tanti di noi, probabilmente sì. Ma è la nemesi del Berlusconi sedicente, e sé desiderante, amato da tutti. Quelli che – dopo quindici anni di proteste, processi, manifestazioni, opposizioni soft opposizioni hard – lo stanno rovinando sono tutte persone che lo ammirano, non hanno nulla da rimproverargli, e quasi non si rendono conto delle sciagure che gli stanno attirando: Noemi Letizia che lo considera un vero “papi” gentile e generoso ma, col suo entusiasmo da groupie, smentisce più volte le versioni di Berlusconi che diceva di non conoscerla. Gino Flaminio che rivela tutti i particolari che Berlusconi aveva tenato di occultare fin dall’inizio, defiendolo sempre “il presidente di tutti”, una persona eccezionale. Barbara Montereale che racconta di averlo abbracciato con trasporto, di aver ringraziato il Signore per avele fatto incontrare Berlusconi, di considerarlo una persona incredibilmente per bene, intanto che racconta di come lui va a puttane.

Se ci si pensa un po’ non ce n’è uno, di questi personaggi, che non abbia votato, e forse amato, Berlusconi.

– Commenti:



40 Commenti presenti su “Love me do” – Feed

  1. angia – 22 June 2009, 19:43 (n° 1)

    ….sai che non ci avevo proprio fatto caso?
    davvero buffo!
    almeno non se la potrà prendere, come al solito, con i “comunisti”!
    piccola parentesi: mi aspettavo, a questo punto, urla e strepiti dalla Cei e compagnia bella.
    che fine hanno fatto?
    questo silenzio è assordante…
    nessun vescovo in tv a dire “no-no, non si fa”.
    chissà perché.

  2. Giovannino – 22 June 2009, 20:19 (n° 2)

    “Non vedo alcuna differenza tra il costringere una donna a rinunciare al velo e infarinare il volto di un pellerossa: in entrambi i casi si cerca di azzerare una cultura a favore di quella ospitante. E considerato che io arrivai a capire che non si trattava di una buona scelta all’età di sei anni – mentre la Rodotà ne ha quarantotto – vien da domandarsi se nella scatola cranica non abbia altro che uno scenario western con i covoni che rotolano al vento….
    …..Naturalmente a sentir lei, il perché di questa lotta al velo – che spazia dal metodo soft del convincimento amichevole, fino all’estrema ratio del divieto per legge – andrebbe portata avanti per rispetto verso le donne islamiche. Per spirito di emancipazione…..
    ….“Mettere il velo non è un’ espressione della propria religione come tante altre” – BLATERA Maria-Luisa-Anello-Mancante-Rodotà – “è un segno di sottomissione femminile”…
    Anche ottenere un lavoro grazie al proprio babbo lo è, verrebbe da risponderle…”

    Cosi scriveva Rachel Barnacle qualche giorno fa.
    In questi giorni pero’ anche il governo francese sembra ragionare come la Rodota’ e non ci risulta che Sarkozy abbia conquistato la Presidenza francese “grazie al proprio babbo”. Al contrario, l’ha conquistata perche’ la Sinistra europea e’ andata in tilt e tutti hanno deciso di mandarla a cagare.
    Per fortuna la “Destra Fascista” che sta dilagando in Europa comincia a mettere le cosine a posto.
    Ecco le parole di Sarkozy:

    “The issue of the burqa is not a religious issue, it is a question of freedom and of women’s dignity,” Sarkozy said.

    “The burqa is not a religious sign, it is a sign of the subjugation, of the submission of women (COME DICEVA LA RODOTA’).
    I want to say solemnly that it will not be welcome on our territory.”

    His remarks won strong applause from legislators during a wide-ranging speech at the grandiose Palace of Versailles.

    France, home to Europe’s largest Muslim minority, is divided over how to reconcile secular values with religious freedom.

    Many see the burqa as an infringement of women’s rights and say it is being imposed on many Muslim women by fundamentalists.

    “We cannot accept that some women in our country are prisoners behind a grille, cut off from social life, deprived of their identity,” Sarkozy said.

    He backed a cross-party initiative by some 60 legislators for a parliamentary commission to find ways to stop the burqa’s spread…”

    Quando il mondo lo si osserva dal lurido mercato musulmano di Whitechapel non si va piu’ in la’ della folla terzomondiale di clandestini che lo impesta, verrebbe da dire alla Rachel.
    Sembra dunque che nella scatola cranica della Rodota’ ci siano le stesse opinioni di Sarkozy condivise dalla maggioranza dell’apparato legislativo francese.
    (Si, c’e’ sempre qualche socialista cretino che dice di no)

    Cosa invece ci sia nella scatola cranica di RACHEL BARNACLE e’ presto detto: la paranoia del “politicamente corretto”.

    A volte si ha la sensazione che questi “maitre a penser” della blogosfera faranno la stessa fine che fece Mario Capanna quando il Sessantottismo passo’ di moda: se ne andranno tutti al cesso a cagare canticchiando:
    “Che bello:
    due amici, una ragazza e lo
    spinello…”
    Eh Eh Eh

  3. Alberto – 22 June 2009, 20:42 (n° 3)

    @ angia:
    è inutile parlare quando la cosa è evidente…

  4. Alberto – 22 June 2009, 20:46 (n° 4)

    @ Giovannino:
    uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuh!
    il post è un altro qui si parla delle “porcate” del Berlusca!
    PS
    Ci passeresti il n. di cell. del tuo pusher?
    ;-)

  5. angia – 22 June 2009, 20:55 (n° 5)

    …inutile parlare?
    ma qui si parla di un padre-di-famiglia-che-ha-peccato!
    sono sempre così bravi a puntare il dito anche solo contro la possibilità di peccare! (vedi quella faccenda dei distributori di preservativi nelle scuole).
    certo che avete un’elasticità mentale davvero singolare.
    cioé, hanno. loro.

  6. angia – 22 June 2009, 20:58 (n° 6)

    @ Giovannino:
    anche se non è il post giusto, ho letto anch’io della proposta di Sarkozy.
    Si merita un applauso.

  7. tenkiu – 22 June 2009, 21:07 (n° 7)

    angia ha scritto:

    …inutile parlare?
    ma qui si parla di un padre-di-famiglia-che-ha-peccato!
    sono sempre così bravi a puntare il dito anche solo contro la possibilità di peccare! (vedi quella faccenda dei distributori di preservativi nelle scuole).
    certo che avete un’elasticità mentale davvero singolare.
    cioé, hanno. loro.

    ooooooohhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. Max – 22 June 2009, 21:16 (n° 8)

    what I find “funny” is that the church did not seem to find inappropriate all those less-than-kosher acquaintances of Mr. Berlusconi (mafia bosses, convicted criminals, fascists, corrupted judges and lawyers) over the past 30 years but the moment some pussy is the object of the discussion, oh my God, that cannot be tolerated…(http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/berlusconi-divorzio/berlusconi-avvenire/berlusconi-avvenire.html)

    if the guy falls for some coochie and not for all the rest, what does it say about the country?

  9. angia – 23 June 2009, 07:23 (n° 9)

    Max ha scritto:

    if the guy falls for some coochie and not for all the rest, what does it say about the country?

    …..e che vuoi dire, cascano le braccia.

  10. Alberto – 23 June 2009, 08:49 (n° 10)

    @ angia:
    guarda che i vescovi già hanno chiesto che il nostro mirabolanete premier chiarisse la sua situazione, stai tranquilla che sono “lenti” ma poi ci arrivano anche loro
    Non piace neanche a me il discorso che Cruciani fa su la “Zanzara” di Radio24: “Uno nella sua vita privata fa quello che vuole, questo poi non influisce nell’incarico pubblico che ha” Boh, io dissento.

  11. tenkiu – 23 June 2009, 09:22 (n° 11)

    Proprio ieri al Cap.7 di Matteo (v.1-4):
    “Non giudicate , per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza del tuo occhio, mentre nell’occhio tuo c’é la trave?”

  12. Giovanni Fontana – 23 June 2009, 09:31 (n° 12)
  13. tenkiu – 23 June 2009, 10:16 (n° 13)

    @ Giovanni Fontana:
    Il tuo pensiero di “ieri”, il tuo pensiero di “oggi”… sei sempre tu, niente di nuovo…mi piacerebbe aver la possibilità di sapere tra una decina di anni cosa tu penserai di ciò che oggi scrivi. :-)

  14. Alberto – 23 June 2009, 10:40 (n° 14)

    @ angia:
    Vado un po’ in velocità:
    Al di là del giudizio o meno, poichè parliamo di una carica pubblica, checché ne dica il “simpatico” Cruiciani (scusate se lo cito, ma mi ha fatto un po’ girare etc.), è bene andare fino in fondo, quindi se:
    1 Berlusca è realmente andato da prostitute d’alto borgo
    2 Se veramente ha avuto atteggiamenti “similpedofili” (scusate l’eufemismo)
    3 Se tutto ciò viene comprovato dalla legge
    Ergo
    1 Mi compiaccio del vostro senso morale non ancora total-relativista
    2 Venga regolarmente processato pubblicamente, deposto dalla carica etc. etc. come si è fatto con altre cariche “considerate” pubbliche, ma di stampo religioso, ricordate tutti p. Fedele? ecco mi piacerebbe questa trasparenza anche dai nostri governanti
    Un saluto

  15. Giovanni Fontana – 23 June 2009, 10:49 (n° 15)

    Alberto ha scritto:

    2 Se veramente ha avuto atteggiamenti “similpedofili”

    Nel caso, lo fanno prete?

    Lo so che è una battutaccia, eh.

  16. tenkiu – 23 June 2009, 11:03 (n° 16)

    Giovanni Fontana ha scritto:
    Nel caso, lo fanno prete?
    Lo so che è una battutaccia, eh.

    Non si può mai dire… una mattina si alza, decide di mollare tutto, ri ritira in convento, magari diventa prete… Giovanni va a “confessarsi” da Berlusconi…!!! :-)!!!!!

  17. Alberto – 23 June 2009, 11:20 (n° 17)

    @ tenkiu:
    ;-)

  18. angia – 23 June 2009, 14:38 (n° 18)

    Alberto ha scritto:

    1 Mi compiaccio del vostro senso morale non ancora total-relativista

    trattandosi del capo del governo ci si aspetterebbe una condotta morale più trasparente (e non parlo solo del suo harem). Qui parliamo di uno che si è fatto le leggi adatte per non essere giudicato (con la complicità della maggioranza). Quello che sta succedendo adesso però ci dice con chi abbiamo a che fare (se mai qualcuno nutrisse ancora dei dubbi). Non lo sto giudicando come persona, ma come politico si, e ne abbiamo il diritto.
    Con buona pace dei leccapiedi che ancora resistono, imperterriti.

  19. Max – 23 June 2009, 14:52 (n° 19)

    from TimesOnline
    “Il Cavaliere, as he is known, is an exaggerated, cartoon version of your standard Italian male stereotype: vain, pompous, full of hot air, patronising and sexually insecure. He certainly fancies himself as a big shot with the ladies, but all the evidence points to the contrary.”

    …Poveretto,” she said. “He can’t get it up any more, so he has to ship in carloads of hookers to make him feel like a man again.”

    http://women.timesonline.co.uk/tol/life_and_style/women/article6557429.ece

    …tragically funny…

  20. Giovanni Fontana – 23 June 2009, 14:56 (n° 20)

    @ Max:

    È veramente così, volevo farci un post su ‘sta cosa, sul suo essere arci italiano che ha quella concezione del sesso per cui è una cosa peccaminosa, da occultare, ma al tempo stesso vantarsene al bar con gli amici, dandosi di gomito.

    Poi il post perfetto l’ha fatto lui:
    http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/06/22/invidia/

    Credo che, tutti noi, ne potremmo scrivere uno così.

  21. chiara – 23 June 2009, 17:35 (n° 21)

    Ecco, se stessimo parlando di BERLinguer, uno potrebbe stare anche lì a dire: “Che storia turpe, ma dai, mi stai cadendo dal cuore… mignotte di bordo alto e basso, feste tutti nudi a gennaio con tre gradi fuori, guarda l’ex ministro come cel’ha piccolo, per favore un po’ di contegno, pure i figli -porelli- a festeggiare soli a Las Vegas i 18 anni, una famiglia spezzata…” Ma io non riesco proprio a capire che cosa aggiunga o tolga questa vicenda inutile a BERLusconi. Non riesco nemmeno ad avere un’ opinione , invece qui pare che tutti ne abbiano moltissime e mi innervosisco che io non ho la mia! Tutto questo accanimento di Ezio Mauro poi, questo sì è una cosa che uno non se le aspetta…

  22. angia – 23 June 2009, 19:11 (n° 22)

    …mò si è accanita anche Famiglia Cristiana.
    Povero Silvio…..

  23. tenkiu – 23 June 2009, 21:16 (n° 23)

    angia ha scritto:

    …mò si è accanita anche Famiglia Cristiana.
    Povero Silvio…..

    Rimane un parere “personale” quello di Famiglia Critiana…

  24. tenkiu – 23 June 2009, 21:34 (n° 24)

    Eh si, temo che qualcuno sia disposto ad essere mooolto convincente pur di raggiungere i “propri scopi”… boccaccia mia…!!!
    Povero Sivio!

  25. tenkiu – 24 June 2009, 08:45 (n° 25)

    Qualcuno ha letto l’articolo di Eugenia Roccella su “Il Giornale” di oggi?

  26. Max – 24 June 2009, 13:15 (n° 26)

    From The Guardian. this is pretty good, a mean, nothing new, but pretty good:

    http://www.guardian.co.uk/world/2009/jun/23/silvio-berlusconi-escort-girls-scandal

  27. Giovanni Fontana – 24 June 2009, 13:31 (n° 27)

    Mah, devo dire, un po’ delle esagerazioni dell’anti-berlusconismo in Italia: poi citare Vittorio Sgarbi come politico che dice cose serie, è ridicolo. Sgarbi l’avrebbe detto anche di Bertinotti, la stessa cosa, per attegiarsi.

  28. Max – 24 June 2009, 13:52 (n° 28)

    the Guardian is the guardian, but the opinion at the WSJ or any foreign right wing newspaper is pretty much the same. this guys shouldn’t be where he is and Italians remain an unsolved mystery.

    this guy is made of Teflon, nothing sticks, and the Italians made him so. That is the worst part. Him? he’s just being himself.

    (and I liked the lies/lays word play about the church!)

  29. Max – 24 June 2009, 14:19 (n° 29)

    I guess I just got my answer…

    on my way to the tunnel at the Harvard Quad I met my Italian friend -who will go unnamed- immigrated here 25 years ago. From a distance he waives me, he wants to talk and tells me with a worried tone of voice “what’s going on?”. I think he’s talking about the talk of the day and say ” well, he, Mr. Berlusconi, he is who he is and…”. He looks at me, puzzled…”what’s going on? 0-3, how could they loose so bad from Brazil,…it’s because of Toni…he’s not moving”.

    yep, Toni…

    …we are hopeless…

  30. Alberto – 24 June 2009, 15:10 (n° 30)

    @ Max:
    hanno ragione i tuoi amici italiani, tanto tra politica e calcio cambiano solo le magliette ma il risultato non cambia, da ambo le parti facciamo acqua… O_o

  31. angia – 24 June 2009, 19:35 (n° 31)

    …per favore, quando parlate di italiani, fate un bel distinguo tra coloro che hanno votato Berlusconi e coloro che invece no.
    Sui giornali stranieri sembra che in Italia esistano solo “fans” di Berlusconi!
    Avete letto su Repubblica la lettera di un prete genovese al cardinale Bagnasco?
    Parla di “elasticità morale”.
    (se lo dice lui…sarà mica comunista?)

  32. Max – 24 June 2009, 20:40 (n° 32)

    well, ok, but three elections won and a firm and unwavering 60% support in polls can allow a safe generalization…

    but I know it hurts…e.g. I never liked to be lumped together with Bush during the past 8 years but it happened all the time across Europe. you kind of have to bite the bullet, the only chance at rehabilitation you have is the ballot box.

  33. tenkiu – 24 June 2009, 20:59 (n° 33)

    tenkiu ha scritto:

    Qualcuno ha letto l’articolo di Eugenia Roccella su “Il Giornale” di oggi?

    Beh?

  34. tenkiu – 24 June 2009, 21:02 (n° 34)

    angia ha scritto:

    Avete letto su Repubblica la lettera di un prete genovese al cardinale Bagnasco?
    Parla di “elasticità morale”.
    (se lo dice lui…sarà mica comunista?)

    Non ho avuto la possibilità di leggerla.
    Pensi che non ci siano preti che votino PD?

  35. angia – 24 June 2009, 21:11 (n° 35)

    @ tenkiu:
    sull’edizione on line non c’è.
    E qui credo che nessuno compri “il Giornale”
    (magari mi sbaglio.)

    @ Max:
    so bene che è la maggioranza che alla fine ci rappresenta, ma è parecchio frustrante. Il mio giudizio sugli italiani che hanno votato per anni questi personaggi non è più tenero di quello della stampa estera. Ormai questo è un paese di zombies rinco….

  36. angia – 24 June 2009, 21:13 (n° 36)

    @ tenkiu:
    preti che votano Pd?
    Mi suona strano, ma se lo dici tu….
    La lettera del prete genovese è sull’edizione on line di “Repubblica”, se ti va puoi leggerla lì.

  37. Giovanni Fontana – 25 June 2009, 00:05 (n° 37)

    Max ha scritto:

    but I know it hurts

    Devo dire che a me l’opinione che le persone hanno degli italiani, non mi hanno mai ferito. E no perché le reputi sbagliate.

  38. Alberto – 25 June 2009, 07:45 (n° 38)

    Questo è lo scandalo: in Italia siamo tutti presi dalle prostitute di partito e in Iran vengono massacrati!
    da http://twitter.com/ffb_roma

  39. tenkiu – 25 June 2009, 11:49 (n° 39)

    angia ha scritto:

    @
    sull’edizione on line non c’è.

    Scusa forse non era su “Il Giornale”, sicuramente ho capito male … ne ho sentito parlare in radio…

  40. tenkiu – 27 June 2009, 07:31 (n° 40)

    angia ha scritto:

    La lettera del prete genovese è sull’edizione on line di “Repubblica”, se ti va puoi leggerla lì.

    L’ho letta.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti