Mi chiamano

Giovanni Fontana -> Mi chiamo così, fin dalla nascita, e mi è sempre piaciuto. Come vanno queste cose qui, anche mio nonno, mio trisnonno, etc. Però, per tante ragioni, tante persone mi chiamano in maniera diversa, e mi piace anche di più.

Dunf -> In rete quasi tutti mi conoscono con questa abbreviazione. Per tanti sono Dunf prima di diventare Giovanni: allora ho preso a firmarmici anche io.

Paco -> Nacqui che i miei genitori erano giovani, abbastanza da avere l’onore* di diventare la mascotte del loro gruppo di amici. Sono Paco per tutti i familiari, e per qualcun altro.

Dunfermine -> Quando dovetti decidere un nick, nel lontano 1998, ne scelsi uno troppo lungo: perlomeno ebbi la prontezza di eliminare una elle che in italiano sarebbe risultata impronunciabile. Dove non si parla, ma si scrive, dura ancora.

Lello -> Mia sorella è nata sette anni dopo di me, quando io scrivevo già belle poesie, lei non sapeva ancora parlare. Nel frattempo mi ha recuperato, ma continua a chiamarmi come quando non sapeva pronunciare “fratello”. Qualcuno la imita.

Stronzo! -> È raro, ma alcune volte succede: che si impari più dagli scrittori che dagli scritti. Ecco, c’era uno che quando veniva insultato, rispondeva presentandosi. A un incrocio, «Stronzo!» «Piacere, Mark Twain».

* Onore, qui, è una licenza poetica. Questo blog bandisce l’uso della parola “onore”. C’è già onestà, che voleva dire la stessa cosa, e fa rima con qualità.