Parlo con chiunque, venerdì

11 February 2010, 3:30 | Ogni me è politico | Commenti: 11

Che sarebbe domani. Alla fine sono andato alla questura centrale e mi hanno spiegato che è abbastanza facile avere il permesso per mettere due sedie e parlare con chiunque di qualunque cosa, ma il problema è che spessissimo le piazze del centro sono occupate da varî tipi di manifestazioni, ultimamente c’è il Carnevale di Roma ed è tutto occupato da e per due settimane.

Così ho deciso che il posto migliore, dove avrebbero fatto meno problemi, fosse l’università: lì son sicuramente più tolleranti, e di spazio ce n’è a volontà. Ho pensato di andare al pratone della Sapienza e di andarci verso l’ora di pranzo, le 13.00 o giù di lì così da poter approfittare del pallido sole invernale, e comunque rimanere per un po’, magari finché fa buio. Ho pensato che fosse meglio domani perché il venerdì mi sembra un giorno buono per la frequentazione dell’università, e non dovrebbe piovere.

Mi ha contattato un giornalista del TG1 che sta facendo un servizio su questo tipo di iniziative. Effettivamente non so se ci sia un “tipo”, so che faranno lo stesso per “Free hugs”, quelli che abbracciano gratis, gli uomini libro, quelli che leggono i libri alla gente, e così via. Mi ha chiesto se può venire a registrare qualche immagine anche della cosa che farò io. Io ho pensato che non ci sia nulla di male a riprendere quello che faccio, se lo faccio. Qualcuno dirà che riprendere con le telecamere snatura l’iniziativa. Forse ha ragione, ma forse no. In ogni caso non credo che staranno molto.

– Commenti:



11 Commenti presenti su “Parlo con chiunque, venerdì” – Feed

  1. Andrea – 11 February 2010, 09:13 (n° 1)

    Non c’è nulla di male. Magari si diffondesse questa pratica di parlare “dal vivo” con la gente comune.
    Un abbraccio!
    A.

  2. Adriano – 11 February 2010, 09:33 (n° 2)

    Grande! giovanni mi fa piacere che la cosa si ripete :) anche se non sarò fisicamente li con te..
    vorrei però metterti in guardia in merito a questa frase: “da poter approfittare del pallido sole invernale”…

    sai che domani c’è chi prevede neve a Roma che è dal 1991 che non si vede?

    ehehe ciao e Buona Fortuna!

  3. Patfumetto – 11 February 2010, 09:38 (n° 3)

    Quand’è che farai un giro a Milano?

  4. vije raffa – 11 February 2010, 09:49 (n° 4)

    occhio a paolini! ;)

  5. lucap – 11 February 2010, 10:09 (n° 5)

    all’universita’. insomma, sei tornato alle origini, stavolta con sedie e una scusa meno originale per attaccare bottone

  6. Shylock – 11 February 2010, 10:27 (n° 6)

    “Qualcuno dirà che riprendere con le telecamere snatura l’iniziativa.”

    Niente di che: ti prenderanno solo l’anima.

  7. Lorenzo – 11 February 2010, 11:19 (n° 7)

    Se c’ero venivo a scattare qualche fotografia…

  8. tenkiu – 11 February 2010, 11:52 (n° 8)

    interessante! rispolveri lo stendino? :-)
    mmmhhh… chissà come quel giornalista del TG1 è venuto a conoscenza di questa tua idea… ;-)

  9. OnLyon – 11 February 2010, 13:30 (n° 9)

    Parliamo con tutti…

    Giovanni Fontana torna in strada. Forse tornerà col suo stendino e la sua sedia e sarà lì a parlare con tutti quelli che vogliono tornare a fare due chiacchiere non virtuali. L’aveva già fatto a luglio, e credo fosse gi…

  10. 月亮花 – 11 February 2010, 13:54 (n° 10)

    bello!

  11. Geffe – 11 February 2010, 15:01 (n° 11)

    Ti “copio”, un giorno o l’altro.

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti