Santoro

1 October 2009, 22:00 | Alta politica, Ogni me è politico | Commenti: 7

Io, perdonatemi, Santoro proprio non lo reggo. Però stasera mi ci sono messo.
Davvero non capisco come sia possibile che – invariabilmente – nelle trasmissioni di Santoro quelli che la pensano come il presentatore, pure quando hanno spudoratamente ragione come oggi, riescono a cantarsela e suonarsela, a fare battute sciocche e autoreferenziali, a produrre discorsi incardinati su concetti banali e falsi, tanto da apparire in torto.

Mentre li seguivo avevo la stessa percezione di quando vedi in TV l’attaccante della tua squadra che prova a dribblare quattro avversari, mentre sull’altra fascia – e tu lo vedi! – c’è un compagno di squadra con un’autostrada libera: «ma che fai???» «ma che dici???» «perché butti nel cesso quest’occasione???».

L’unico che si è salva, e bene, è Michele Emiliano (che conobbi in ben altre situazioni, tempo fa).

Edit: ok, la giovane di Forza Italia è qualcosa di abominevolmente irraggiungibile.

– Commenti:



7 Commenti presenti su “Santoro” – Feed

  1. Luca Venturini – 1 October 2009, 22:38 (n° 1)

    Concordo. Una pena. Anche per come ha sprecato il collegamento con Bernstein, o a guardare le domande banali che ha fatto alla D’Addario. Fortuna che c’era l’altro intervistatore.

  2. franco rivera – 2 October 2009, 08:52 (n° 2)

    Il motivo di tutto cio?

    La risposta è semplice: “audience”. E ce lo ha insegnato il maestro indiscusso della comunicazione: Berlusconi.

    La trasmissione politica “alla Santoro” tira di più di quella “alla Gad Lerner” c’è poco da fare, alla (maggioranza della) gente non interessa in realtà approfondire le proprie conoscenza ma è solo interessata a raccogliere conferme su quelle che sono le proprie convinzioni.

    Quindi ai fini del successo meglio un comizio di un dibattito, meglio uno slogan della ricerca di una risposta, meglio una battuta squallida di una domanda intelligente.

    Il tutto ovviamente nell’ottica degli schieramenti contrapposti, ovvero: “noi sia mo di qua e ci diamo ragione tra noi, voi state di la e datevela tra voi, con voi non abbiamo nulla da spartire.”

  3. Riccardo – 2 October 2009, 11:19 (n° 3)

    E’ imbarazzante sentire qualcuno che parla del programma di Santoro come di un comizio.Al di là della simpatia o antipatia che si può provare nei suoi confronti (e su ciò non si può nemmeno discutere, è del tutto soggettiva), credo che il programma sia da apprezzare per lo meno per quello che fa, per i temi che affronta e che nessun’altro ha il coraggio di affrontare. Ieri la puntata mi è sembrata molto interessante, e non capisco a cosa vi riferiate quando dite che se la cantano e se la suonano. Oltretutto mi pare che Santoro abbia gestito bene la puntata, quindi vorrei capire dove ha buttato via un’occasione, e in che modo.

  4. Giovanni Fontana – 2 October 2009, 11:41 (n° 4)

    @ Riccardo:
    Non ha saputo rispondere a una, dico una, obiezione di Porro. Faceva battute stupidissime su Apicella che servivano solamente a indispettire il pubblico, e non c’è stato un momento, un solo momento in cui abbia sfidato il teorema di Belpietro puttana=personaimmorale.

  5. Ge – 2 October 2009, 11:48 (n° 5)

    Per chi non l’ha vista, qui
    http://www.youtube.com/watch?v=Ksz7i1xI5l0
    c’è l’intervento della guitta in cui parla nell’edit.

  6. ipazia – 2 October 2009, 12:02 (n° 6)

    concordo. Trovo Santoro insopportabile da anni. L’unica altra occasione in cui l’ho guardato è stato quando ha fatto la trasmissione su chiesa e pedofilia. Allora scrissi un post dal titolo Occasione sprecata; mi trovo a confermare il mio giudizio. Se interessa sta qui: http://ipazia.blogspot.com/2007/06/unoccasione-sprecata.html

  7. Riccardo – 2 October 2009, 12:54 (n° 7)

    @ Giovanni Fontana:

    Porro obiettava che Berlusconi non sapeva che la D’Addario fosse una escort. Ora, anche se lei non glielo ha detto esplicitamente, sostiene che lo sapevano tutti i presenti, e lo sapeva Tarantini. Come è possibile che Berlusconi non lo sapesse??Oltretutto Berlusconi non si è chiesto che ci facevano 20 avvenenti ragazze a casa sua con lui e tarantini??Si può anche fare finta di essere ingenui come faceva Porro, ma è chiaro che una qualsiasi persona si sarebbe per lo meno insospettita…Ergo Berlusconi non poteva non saperlo. Ergo ha cercato di candidare una escort in Europa. Questa è tutto tranne che res publica. Questo è uno schifo!Ma tanto ne avevamo già la prova dato che abbiamo la gelmini ministro insieme alla carfagna…(a tal proposito ti segnalo un bell’articolo di risposta alla Gelmini di Piergiorgio Odifreddi, Sul “fatto quotidiano”).

    Per quel che riguarda la presunta uguaglianza puttana=persona immorale, sono d’accordo che Santoto poteva spendere qualche parola in più, però eravamo a fine puntata e doveva parlare la D’Addario…Ci sono dei tempi e probabilmente aveva paura di divagare troppo. Comunque ha risposto la D’Addario dicendo che almeno lei ammetteva di essere una escort, senza vergogna, mentre in tv c’è pieno di vallette che fanno il suo stesso mestiere, e si reputano artiste!Tra l’altro Belpietro era così attento a dare della persona immorale alla D’Addario, mentre al premier non ha riservato nemmeno una critica!Ma le immorali sono le prostitute o quelli che vanno con le prostitute?E che poi magari promuovono il family day??

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti