Lunedí 29 settembre

29 September 2008, 19:00 | Diario dalla Palestina | Commenti: 9

Ouagadougou – Diario dalla Palestina 69

Ecco un post squisitamente autoreferenziale, dicono che non ne rimmarrete delusi; dovete sapere che io, prima di un po’ di tempo fa, ero una di quelle persone noiose a cui piacciono quelle cose noiose, tipo la metrica, la poesia del 1200, le capitali, etc.

Poi, come raccontavo qui, mi son reso conto che mi mancavano la vita e il mondo, che dentro quel negozio di tabaccheria eccetera. Così ho buttato via un po’ tutto e ho deciso di non rimanere là, in quella università tanto accogliente da sprofondarci.

Però, dopo un anno di salutare disintossicazione, ho riniziato a frequentare quelle cose lì; e ho approfittato dell’inevitabile isolamento connaturato a un soggiorno solitario in Palestina per obbligarmi a tornare su ciò che avevo misuratamente amato: mi sono portato la Commedia e altra roba più scema da imparare a memoria, perché saperle così mi dà quel gusto di sentirle, le cose.

Ogni sera – dopo il thè alla menta da Afram, Mike, Omar, i due Amin e gli altri girevoli avventori – torno a casa e imparo qualcosina prima di dormire: Rodari, Trilussa, Fabrizi, solo cose che ti fanno fare un bel sorriso.
E qui vi propongo Campanile, perché a una tavolata di suore è così piaciuto (vabbè che devono essere buone per statuto…) che mi hanno tributato una trentina di secondi d’applauso.

– Commenti:



9 Commenti presenti su “Lunedí 29 settembre” – Feed

  1. art..emisia pennel – 29 September 2008, 19:32 (n° 1)

    applausi anche da me,Giovanni,per il tuo bellissimo Tasso del Tasso, del Tasso Barbasso!!

  2. Meravigliosi 104(forse?) – 29 September 2008, 21:38 (n° 2)

    risentire la tua voce sparare ancora questa roba demente mi ha commossa, lo giuro, oltre ogni modo.

  3. farfintadiesseresani – 29 September 2008, 22:50 (n° 3)

    Tutto troppo bello: la maglia del Barcellona, la faccia, le mosse, Betlemme, Campanile (e pensa su queste ultime due che cosa avrebbe potuto inventarci, Campanile).
    Be’, t’ho dedicato un post da me.

  4. SimonaRapino – 30 September 2008, 13:20 (n° 4)

    ti ho dedicato 1 minuto di applausi un pò per superare le suore un pò perchè lo meritavi!

    capito per caso sul tuo diario… complimenti.

    un bacio

    Simona

  5. Alessandro Lanni – 2 October 2008, 17:59 (n° 5)

    io invece ti ho celebrato in Ht

  6. Dio e il Pi greco | Distanti saluti – 6 May 2009, 02:15 (n° 6)

    […] sono ricordato di quella specie di filastrocca molto carina che avevo imparato a memoria – una di quelle cretinate che imparo a memoria – e che però non avevo mai messo sul blog; e anche se non siete Dio, può essere utile* […]

  7. Parlo con chiunque, di qualunque cosa | Distanti saluti – 13 July 2009, 12:05 (n° 7)

    […] Loro sono Igor e Bogdan, con loro abbiamo parlato di poesia, e ho recitato loro la Quercia del Tasso: […]

  8. angela – 13 July 2009, 21:38 (n° 8)

    bravo…bravo…bravo…

  9. ilGab – 12 February 2010, 21:54 (n° 9)

    un po’ mi rammarico di non averti lasciato finire oggi, però mi sono gustato questa performance registrata!

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti