Rispondere in coscienza

20 January 2008, 2:03 | Èbbene l'ho scritto, Moralismo noioso, Ogni me è politico | Commenti: 7

jiminey-cricket-722558.jpgLeggere questa ulteriore stroncatura di Beppe Grillo mi ha fatto venire alla mente alcune riflessioni collaterali, che metto qui in piazza: nel constatare e nell’avere sempre nuove prove che Grillo sia uno di loro, ovvero un fenomeno finto, che tradisce la buona fede dei suoi fan (non sempre, buona fede), proviamo una sinuosa linea di piacere.

A ogni intervista rifiutata, rivelazione sui fini di lucro del suo blog, mancata risposta a civili obiezioni, autoriduzione a luogo comune, palesamento della sua indole reazionaria, o – appunto – dimostrazione della sua plastica strategia dell’isolamento, oltrepassiamo spesso la giusta considerazione che un vaffanculo non sia la risposta, andando a strusciare pericolosamente l’idea che gli altri “sono tutti uguali”, anche i sedicenti campioni dell’Italia pulita.

Parlo per me principalmente, ma parlo anche al plurale, perché mi sembra di aver intravisto un atteggiamento simile in molti di coloro che mi hanno manifestato le stesse perplessità nei riguardi del comico genovese, e con cui è come se avessi fatto schieramento (ecco, appunto).
Per continuare a cambiare qualcosa, e fare sì che non ci siano campioni dell’Italia pulita, ma un’Italia pulita e basta, bisognerebbe anche – oltre a molto e ben altro, certo – toglierci queste pigrizie ideologiche.
Probabilmente ho sbagliato quando ho detto che delle volte bisogna armarsi della stessa dietrologia, per smascherarlo.

Che importa se non è Beppe Grillo a scrivere il suo blog, ma un’azienda? Che importa se la Casaleggio Associati fa del tandem Grillo-Di Pietro una chiara macchina del profitto? E che importa se Beppe Grillo ha la sua condanna per omicidio colposo, e vagheggia di fedina penale linda?

Questi sono argomenti melliflui, più propriamente non sono argomenti, non è sostanza. Sono obiezioni che, da una parte stuzzicano quell’insano moto alla compiacenza laddove gli altri siano peggiori di noi, e dall’altra sembrano darci un credito di onestà da spendere per continuare a essere un po’ migliori degli altri, accontentandoci di questo.

È come se facessimo i Beppe Grillo con Beppe Grillo, o in altre parole i Beppe Grillo con noi stessi.

– Commenti:



7 Commenti presenti su “Rispondere in coscienza” – Feed

  1. Lorena – 21 January 2008, 13:05 (n° 1)

    Due cose a proposito del “fenomeno” Beppe Grillo.
    Premesso che:
    come comico lo trovo arguto e preparato, divertente e con le gag ritmiche fenomenali ma non ho mai seguito i suoi spettacoli o comprato i suoi DVD da fan scatenata;
    ho approfondito la lettura del suo blog nel 2005 e ri-considerato nella sua complessità, talvolta ho anche ben sperato nei suoi intenti “politici”;
    ciò premesso…..quel che ho trovato nel sito Casaleggio Associati e altri articoli che ne hanno delineato la consistenza “mediatica e businessistica” hanno fatto precipitare a ZERO la considerazione del “fenomeno”.
    Manipolazione delle menti già la subiamo da secoli ma in questo 2000 e rotti il confine è stato superato. L’arricchimento vergognoso che i ricchi hanno accumulato, gli affari intrecciati alle mafie bancarie e di gruppi lobbistici, il malcontento dell’opinione pubblicato indirizzato ad arte verso questo e quello. Ma basta. Ci prendono in giro anche attraverso Internet, e Telecom non concede l’ADSL in interi quartieri di Roma. Grillo lancia fulmini contro la gestione Telecom e scopro che alcuni associati Casaleggio ne facevano parte….E’ una vergogna.

    Rispondi  |  Cita
  2. Lorena – 21 January 2008, 13:06 (n° 2)

    errata corrige: “pubblica” e non “pubblicato” prima di “indirizzato”

    Rispondi  |  Cita
  3. oriefeiro – 10 February 2008, 12:00 (n° 3)

    Complimenti per il modo di scrivere e le argute osservazioni.
    Ho notato che molti post di questo tenore sono vicini tra loro in termini di tempo.
    Un blogger mi ha fatto notare il principio di sincronicità di Jung…

    Rispondi  |  Cita
  4. Dossier Beppe G. (Parte 3) « Oriefeiro’s Weblog – 10 February 2008, 12:12 (n° 4)
  5. herry – 11 February 2008, 04:17 (n° 5)

    ciao a tutti, interessante indagine, guardate anche questo thread http://beppegrillo.meetup.com/boards/thread/3998947/60#14879578

    saluti
    herry

    Rispondi  |  Cita
  6. Candido – 30 April 2008, 17:11 (n° 6)

    Grillo sembra non conoscere l’espressione “scegliere il male minore”
    e non riempie questo vuoto con nulla di veramente concreto.
    Per il resto lo ammiro abbastronza

    Rispondi  |  Cita
  7. soranet – 10 April 2013, 04:34 (n° 7)

    굳이 건건이 반응할 필요없다 고소영처럼 숨어있다 꼭 필요할때만 언급하는 정도 좋더라 16:10|

    Rispondi  |  Cita

Vuoi lasciare un commento?
Bene, e grazie! Questo blog crede nella persuasione – ama le discussioni e chi le fa. Si discute per cambiare idea o per dare la possibilità agli altri di cambiarla. Perciò, più della tua opinione, ci interessano le ragioni che la sostengono, ciò che potrebbe far cambiare idea anche a noi. E tu? Potresti cambiare idea? Se la risposta è no, è inutile partecipare alla discussione – hai già deciso di non farlo.




Distanti saluti